More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Bra, via gli asfalti deformati dai Tir in via Cuneo e Vittorio Veneto

    spot_imgspot_img

    E’ una delle conseguenze costose oltre che inquinanti e pericolose di un traffico esagerato, il precoce rovinarsi di finiture e sottofondo delle vie Cuneo e Vittorio Veneto, percorso interno a Bra della statale 231. Centinaia di passaggi giornalieri di Tir deformano l’asfalto costringendo a rifarlo con cadenze sincopate per del­­le arterie cittadine ridotte a subire stress da autostrada. L’ennesimo di questi interventi è stato messo in programma dal Comune a partire da oggi, lunedì 17 aprile. Si comincia dalla rotatoria su cui s’innesta anche la centrale via Vittorio Emanuele II, dove le automobili “ballano la rumba” da un pezzo affrontando i mostruosi avvallamenti causati dai trascinamenti delle ruote dei bilici in svolta.

     

    Poi toccherà alla tratta, una sola corsia, di circa 325 metri lineari compresa tra un’altra rotatoria, quella all’intersezione di via Rosselli e il confine con Cherasco. Nel complesso il Municipio spenderà circa 115mila euro. Per far spazio ai cantieri questa mattina dovrebbero scattare deviazioni in centro su via Piave, via Isonzo e via Turati. Nei prossimi giorni un senso unico alternato in via Vittorio Veneto e quindi un altro in via Cuneo. I mezzi pesanti dovranno dirottare sulla Sp 7 a Pollenzo e a Roreto Bergoglio. I tecnici stimano che meteo permettendo, tutto dovrebbe concludersi in una settimana. Poi ricominceranno le batoste dei camion e il conto alla rovescia fino al successivo rifacimento.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio