BRADal Comune

Bra si schiera contro la pena di morte

Il 30 novembre si illumineranno di azzurro i portici di Palazzo Garrone come gesto simbolico

La città di Bra si schiera a favore della vita e contro la pena di morte. In questi giorni l’Amministrazione comunale ha infatti deciso di aderire ufficialmente alla rete delle “Città per la Vita/Città contro la pena di Morte” e contestualmente di dichiarare il 30 novembre giornata cittadina “Città per la Vita/Città contro la pena di Morte”. Ogni anno, quindi, in quella serata il comune illuminerà di azzurro i portici di Palazzo Garrone quale gesto simbolico.

L’iniziativa è stata lanciata dalla Comunità di Sant’Egidio, da molti anni impegnata per l’abolizione della pena di morte, con l’obiettivo di tenere alta l’attenzione sui diritti umani e il valore della vita. La data del 30 novembre è stata scelta perché ricorda la prima abolizione della pena capitale: quella del Granducato di Toscana nel 1786. Attualmente sono 2.163 i Comuni che aderiscono a questa giornata.

Ritengo importante che anche la nostra città prenda posizione su un tema così delicato e importante”, commenta il primo cittadino Gianni Fogliato. “Le esecuzioni in diversi Stati proseguono, così come le condanne alla pena capitale, non di rado segnate da carattere discriminatorio verso i più poveri e fragili. È giusto che, pur nel nostro piccolo, si faccia sentire la nostra voce”. (rb)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com