BRACRONACA

Bra: scoperta falsa residente al mare per pagare meno tasse

C’è anche una braidese tra i finti residenti in Liguria denunciati nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza. Aveva dichiarato di vivere a Laigueglia, paese con storici legami con la nostra cittadina di cui ospita anche la colonia marina del Comune, ma in realtà ci andava per le ferie e nei fine settimana, dalle indagini sarebbe risultata abitante sotto la Zizzola e normalmente in trasferta per lavoro a La Morra. Perché la dichiarazione mendace sul domicilio? Per pagare meno tasse, l’Imu e la Tari di cui la novantina tra piemontesi e lombardi contestati avrebbero evaso nel complesso oltre 285mila euro. Ma anche per spuntare interessi più bassi sull’eventuale mutuo d’acquisto della seconda casa spacciata per prima. Il cumulo di sanzioni amministrative emesso dal Comando savonese delle Fiamme Gialle ammonta a 311mila euro. 

I controlli incrociati sono partiti da un particolare: nessuno di questi trasferiti in riviera aveva richiesto all’Azienda sanitaria di competenza di scegliersi un nuovo medico di base, era rimasto con quello del paese di provenienza. C’è anche chi si era dotato di accorgimenti tecnologici per cercare di sviare sospetti: a Celle Ligure un citofono era collegato al cellulare del proprietario dell’alloggio che rispondeva da oltre 200 chilometri di distanza. Non è servito, anche questo dimorante fittizio dovrà rifondere le imposte non versate ed è stato segnalato alla Procura che potrebbe procedere in penale con l’imputazione di falso. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com