BRADal Comune

Bra: recuperi record per l’evasione fiscale da parte del Comune

Cresce l’aggio, cioè il compenso alla ditta incaricata, perché parallelamente sono cresciuti e di molto i ritorni al Comune di Bra dalla lotta a evasione ed elusione fiscale. La ripartizione Finanziaria ha impegnato a bilancio corrente una spesa extra di 70mila euro per la cooperativa “Fraternità Sistemi” di Brescia, dal 2019 incaricata dei servizi di gestione della Tosap, il tributo sulle occupazioni di suolo pubblico, dell’imposta sulla pubblicità (Icp), dei diritti sulle pubbliche affissioni (Dpa) e di effettuare indagini perequative in materia catastale sotto la Zizzola. Le tasse citate sopra dal 2021 sono confluite nel Canone unico patrimoniale (Cup) e quest’anno la “Fraternità” ha fatto segnare un incremento del suo gettito. Dovuto, scrivono dal Municipio, alla «proficua attività di recupero della morosità precedente» e dagli effetti «delle segnalazioni effettuate all’Agenzia delle Entrate» con relativa ripresa di somme arretrate. Ab­biamo chiesto di sapere a quanto ammontano e gentilmente dall’Amministrazione ci hanno fornito i dati.

Dai residui del Cup inerenti al 2021 sono entrati in cassa 127.466,03 euro e dalle occupazioni temporanee di suolo 2022 euro 93.106,97.Dalle imposte preesistenti (Tosap, Icp, Dpa) 9.963 euro.Riguardo agli accertamenti emessi quest’anno: quelli sulle occupazioni di suolo valgono 119.842 euro, quelli sulla pubblicità 62.752.Le segnalazioni qualificate all’Agenzia delle Entrate, infine, quantificano 2.800 euro.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button