BRAAttualità

Bra: conto salato per i ripristini al Liceo “crollato”

BRA«Il consigliere delegato all’Edilizia Scolastica, Davide Sannazzaro delegato all’Edilizia Scolastica, mi ha appena comunicato che la Provincia di Cuneo ha affidato un incarico progettuale per 35mila e accantonato per lavori 120mila euro» – ha dichiarato qualche minuto fa in Consiglio comunale il sindaco di Bra Gianni Fogliato. Il riferimento è alla sede centrale dei Licei, in via F.lli Carando, e all’intervento necessario a mettere in sicurezza la sua ala “nuova”. Una costruzione di due piani fuori terra innalzata negli anni Novanta accanto all’ex Cottolengo convertito a scuola. Qui venerdì scorso si è verificato il crollo di una modesta porzione di soffitto dell’aula 56, gonfiatosi e infine collassato a quanto pare per le infiltrazioni della nevicata del giorno precedente. Uno studente cheraschese 17enne è finito in ospedale ferito al capo. La Procura ha sequestrato l’aula e aperto un’inchiesta, atto dovuto; la Provincia, Ente competente, insieme anche ai tecnici del Municipio e dopo le ispezioni dei Vigili del Fuoco, ha avviato gli studi sul da farsi. Per evitare ulteriori malaugurati danni e mettere in sicurezza questo e altri locali nel frattempo dichiarati inagibili. 

Da Cuneo hanno promesso massimo impegno e celerità. Fogliato ha riferito anche degli incontri che, con la dirigente prof.ssa Francesca Scarfì, Sannazzaro ha avuto in settimana in videoconferenza con gli studenti e i loro genitori. Già in queste occasioni sono state ribadite ampie rassicurazioni. Ora si attendono i fatti per un Istituto da circa 900 iscritti, cronicamente a corto di spazi. Proprio l’ala “nuova” anni fa era stata al centro di auspici di ampliamento, mai realizzati.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button