Dall'AstigianoAttualità

Asti in attesa di Papa Francesco: ecco la piattaforma per richiedere i posti

Asti è pronta all’ “Incontro tanto atteso” con Papa Francesco, in programma nel prossimo fine settimana. Mentre sabato 19 novembre, il Santo Padre sarà impegnato in una visita esclusivamente privata, alla ricerca delle sue radici familiari (il Pontefice ha parenti nel comune di Portacomaro), l’attenzione si sta concentrando sulla giornata di domenica 20, quando il Santo Padre celebrerà la messa delle 11 in Cattedrale. Con l’avvicinarsi della data arrivano maggiori dettagli su come si articolerà la mattinata. Secondo la circolare diramata dal Questore di Asti, capo della polizia astigiana e responsabile della direzione e del coordinamento tecnico-operativo dei servizi di ordine e sicurezza pubblica dell’e­vento: Papa Francesco, domenica 20 novembre, prima della solenne Celebrazione Eucaristica effettuerà un percorso urbano pubblico a bordo della Papamobile e potrà essere salutato dai fedeli. L’itinerario, concordato in ambito locale con tutte le autorità, prevede la partenza da piazza Catena, visto che il Santo Padre alloggerà in Vescovado, poi proseguirà su via Giobert, piazza Lugano, viale Partigiani, piazza Porta Torino, corso Alfieri, piazza Cairoli (piazza del Cavallo), via Caracciolo, per concludersi in piazza Cattedrale. Lungo il percorso che Bergoglio effettuerà domenica mattina per recarsi in Cattedrale sono già iniziate, fin dalla scorsa settimana, le operazioni di sicurezza. Una di queste prevede la saldatura di tutti i tombini presenti lungo il percorso, operazione che i tecnici del Comune stanno effettuando con l’ausilio degli artificieri della Polizia di Stato.

Le operazioni sono lunghe e complesse, perchè viene ispezionata qualsiasi fonte di potenziale pericolo: oltre ai tombini, le vasche delle fontane, le aiuole e tutti gli altri possibili elementi urbani ritenuti sensibili. Per garantire la necessaria sicurezza, il Questore conferma che l’intera area intorno alla chiesa di Santa Maria dell’Assunta sarà interdetta e l’accesso sarà consentito solo a chi sarà accreditato, mentre il percorso urbano della “papamobile” sarà aperto a tutta la cittadinanza. In ogni caso, lungo le vie interessate dal tragitto dell’auto papale, è vietata la sosta delle auto fino alla giornata di giovedì. Continuano, intanto senza sosta, le riunioni in Prefettura tra Amministrazione, Diocesi e tutte le altre autorità preposte ad assicurare il buon esito dell’evento. Ricordiamo che la Messa in Duomo potrà essere seguita anche sul maxi schermo posizionato in piazza Cattedrale, visto che nella chiesa ci saranno posti limitati. Sono ancora da confermare, invece, i dettagli sul saluto del Papa allo stadio prima della ripartenza verso il Vaticano, a cui saranno invitati bambini, ragazzi e famiglie per un ideale abbraccio riconoscente.

Una quota parte di posti è ancora da assegnare e per poter fruire di questa possibilità è necessario iscriversi dalle ore 12.00 di Martedì 15 novembre sulla piattaforma papafrancescoasti.eventum.it. Ad iscrizione avvenuta, verrà comunicato l’esito della richiesta e le indicazioni conseguenti per il ritiro degli accrediti; si ricorda che la capienza è limitata e che purtroppo non tutte le richieste potranno essere accolte.

Si comunica che l’evento potrà essere seguito in diretta video sui canali televisivi accreditati e si segnala che RAI1 trasmetterà la diretta dalle 10.45 fino a fine messa, comprendendo nel programma anche la recita dell’Angelus.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button