More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Anche quest’anno l’Avis Bra ha portato l’autoemoteca nelle scuole superiori cittadine

    spot_imgspot_img

    Per il secondo anno consecutivo, l’Avis Bra ha aderito al progetto “L’autoemoteca va a scuola”. Questo progetto, che si inserisce all’interno del “Catalogo progetti di promozione ed educazione alla salute per le scuole del territorio dell’ASL CN2”, è finalizzato alla diffusione tra i più giovani, attraverso la scuola, del valore della solidarietà e della cultura del dono e, in particolare, del dono del sangue. Lo scopo ultimo dell’iniziativa è di avvicinare gli alunni delle scuole superiori cittadine alla donazione del sangue e di sensibilizzare i più giovani all’adozione di stili di vita sani, responsabili e solidali.

     

    «Due anni fa siamo stati invitati a collaborare attivamente a questo progetto. – ricorda Patrizia Piu, presidente di Avis Bra – Ho accolto subito con entusiasmo l’invito perché “L’autoemoteca va a scuola” è un’occasione preziosa per portare il tema della donazione di sangue tra i ragazzi delle scuole superiori. Questo progetto ci offre inoltre una vetrina importante per presentare la nostra associazione ai diciottenni che speriamo così di sensibilizzare e di annoverare in futuro tra i nostri donatori e volontari. Il ricambio generazionale è cruciale per mantenere viva la nostra associazione. Anche quest’anno abbiamo voluto replicare il progetto perché coinvolgere i giovani nel volontariato e avvicinarli alla donazione del sangue è per me una priorità. ».

    Nella giornata di martedì 28 marzo, 25 allievi dell’Istituto Velso Mucci si sono recati presso la sede dell’Avis Bra per donare il sangue. L’autoemoteca si è diretta poi all’Istituto Ernesto Guala giovedì 30 marzo. La risposta degli studenti è stata eccezionale anche questa volta: si sono registrate infatti, 46 adesioni. Visto il successo riscontrato, l’Avis Bra ha deciso di organizzare un’altra giornata di donazioni riservata ai giovani nel mese di maggio.

    «Un ringraziamento speciale va a Samuele Fonio – continua Patrizia Piu – e a tutto il Gruppo Giovani dell’Avis Bra che si sono spesi nell’organizzazione delle giornate di donazione nelle scuole superiori di Bra. Samuele è stato il promotore degli incontri con le classi quinte degli istituti Mucci e Guala, finalizzati ad avvicinare gli studenti alla donazione di sangue. Un sentito grazie va agli Istituti Mucci e Guala, ai loro dirigenti, a tutto il personale docente che ha abbracciato con convinzione la nostra proposta progettuale e ai volontari che attivamente hanno supportato i ragazzi in quest’impresa infondendo coraggio. Dedico un ultimo pensiero di gratitudine agli studenti che hanno accolto con entusiasmo e senza pregiudizi il nostro invito alla donazione. Vi aspettiamo in sede, ragazzi, per continuare la vostra carriera da donatori e magari da volontari della nostra associazione. In aprile il gruppo giovani di Avis Bra incontrerà le classi quinte del Liceo Giolitti Gandino per presentare il progetto e per sensibilizzare i ragazzi al dono del sangue. Seguirà poi una giornata di donazioni con l’autoemoteca. Questo progetto è per me il più importante tra le molte iniziative che come Associazione promuoviamo: i giovani sono la speranza e il motore per un futuro migliore».

     

    Elisa Paschetta

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio