LettereRUBRICHE

AMBIENTE – Italia Nostra e gli alberi monumentali: un impegno che dura da mezzo secolo

Abbiamo letto con interesse l’articolo di Gianfranco Corino «Cresce l’elenco degli alberi monumentali. I “patriarchi verdi” delle colline di Langa». Facciamo presente che le notizie relative alle piante segnalate e una foto pubblicata sono tratte dalle schede del sito www.alberidilanga.it. Il censimento degli alberi notevoli delle Langhe, svolto dalla Sezione albese di Italia Nostra e dall’associazione Turismo in Langa nell’ambito del progetto Raise, ha portato, oltre all’allestimento del suddetto sito internet, alla realizzazione del dvd “Amici alberi” presentato ad Alba nell’ambito delle manifestazioni della Fiera Internazionale del Tartufo 2017 e in vari altri luoghi, e tuttora disponibile presso la sede albese di Italia Nostra (via Vivaro n. 2, martedì ore 21-23, mercoledì ore 15-18).

In riferimento agli alberi monumentali, ove per altro nell’articolo non sono stati citati quelli di Alba (Acer asplenifolia del giardino di via Roma e alberata dei gelsi di S. Cassiano) e gli ippocastani di Serravalle Langhe, cogliamo l’occasione per ricordare che fin dal 1984-85 questa Sezione aveva attuato un censimento di alberi ragguardevoli, presenti nel territorio di competenza, i cui esiti erano stati illustrati in una mostra fotografico-documentaria itinerante e nel libro “L’albero. Conoscere per rispettare” edito nel 1995 con il patrocinio della Città di Alba e del Consiglio Scolastico distrettuale. Nel 2015 la Sezione di Alba di Italia Nostra ha provveduto, tramite schede e fotografie, a segnalare alla Regione Piemonte, al Corpo Forestale dello Stato ed ai Comuni interessati vari alberi da vincolare come “monumentali” ad Alba, nelle Langhe e nel Roero in base al relativo Dm del 2014. Per ulteriori ragguagli su tali iniziative e sulle varie tematiche naturalistiche di cui l’associazione si occupa dagli anni ’70 siamo disponibili in sede negli orari succitati.

Il presidente di Italia Nostra di Alba

 Sergio Susenna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button