ALBAEventi

All’Arena Sacerdote di Alba questa sera gag e parodie con i mitici PanPers

In Non facciamo tardi saranno 90 minuti di risate intelligenti con il meglio del repertorio della coppia

Prosegue la rassegna teatrale all’aperto nell’Arena Sacerdote in via Accademia ad Alba. Mercoledì 20 luglio, alle ore 21, è atteso il duo comico PanPers con lo spettacolo “Non facciamo tardi”. Quello che gli spettatori vedranno sarà un vero e proprio medley delle migliori performance proposte in carriera dal duo comico torinese diventato famoso grazie a Colorado e arrivato fino al grande schermo. Andrea Pisani e Luca Peracino garantiranno un’ora e mezza di risate. Quello dei PanPers è un duo giovane e infallibile che si basa su un legame che ha radici lontane. Come Pio e Amedeo, altra coppia di comici arrivati nelle case degli italiani negli ultimi anni, il feeling necessario per il cabaret si lega alla loro lunga amicizia, che è nata già ai tempi dell’asilo. Un sodalizio, nato forse per caso, che poi è diventato prima un tentativo artistico e poi lavorativo. Oltre all’attività dal vivo, il duo è particolarmente seguito anche a livello social. Il loro canale Youtube, aperto più di dieci anni fa, ora conta più di un milione di iscritti. Cosa si potrà apprezzare all’Arena Sacerdote? Tanti sketch, ma anche parodie di brani celebri, l’ultimo in ordine di tempo è proprio il pezzo vincitore di Sanremo, cantato da Blanco e Mahmood. Il testo, perfettamente aderente alla metrica della canzone originale, che racconta, ovviamente, una storia diversa. Sono già molte le vittime della coppia di ragazzi terribili. Oltre ai succitati Blanco e Mahmood, nella rete sono finiti Sangiovanni, Rovazzi, J-Ax e molti altri. «Cantare le canzoni che tutti hanno nelle orecchie – spiegano – è un gioco infantile che fanno un po’ tutti, tutti abbiamo quel brano di cui non sappiamo le parole. Noi cerchiamo di farlo in modo raffinato, andiamo a fare delle storpiature buffe e trash in modo più autorale, cercando di dire qualcosa. È come scrivere le battute, in rima e in metrica ma il lavoro è quello che facciamo sempre. Ci sono tante persone che ci dicono che dopo aver sentito la nostra versione non riesce più a cantarle normalmente – continuano -, e io le capisco, molte delle nostre canzoni storpiate le riesco a cantare solo così». Appuntamento alle ore 21. Ingresso libero e gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili.Prenotazione obbligatoria sul sito dedicato all’indirizzo: www.teatrosocialebusca.eventbrite.com.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com