ALBAAttualità

Alba: Nastrino Covid-19, encomio e presentazione attività della Polizia municipale per la celebrazione di San Sebastiano

Il Comune di Alba ed il Corpo di Polizia municipale hanno celebrato San Sebastiano, protettore della Polizia locale, venerdì 20 gennaio. Per la ricorrenza, una cerimonia nella sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale dove il sindaco Carlo Bo e l’assessore alla Polizia municipale Lorenzo Barbero hanno consegnato il “Nastrino Covid-19” conferito, in segno di stima e gratitudine, agli agenti che, nel periodo tra il 9 marzo 2020 ed il 31 marzo 2022 hanno prestato servizio per almeno 210 giorni sul territorio regionale, organizzando ed attuando attività mirate a garantire il rispetto delle norme, nazionali e regionali, emanate in relazione all’emergenza sanitaria, supportando attivamente la popolazione ed esponendosi ad un rischio personale elevato di contagio da Covid-19. Il “Nastrino” conferito dall’Amministrazione comunale è nato dalla delibera della Giunta regionale n. 36-4932 del 22 aprile 2022 e deve essere indossato sopra il taschino superiore sinistro della giacca dell’uniforme ordinaria.

Per il Comune di Alba, a ricevere l’onorificenza sono stati 20 agenti del Corpo di Polizia municipale su 22 vigili attualmente in servizio, compreso il comandante Antonio Di Ciancia.

Inoltre, durante la mattinata, sono stati consegnati due encomi: uno all’ispettore Angelo Mulè e l’altro all’agente Daniele Vieste per aver catturato ed arrestato un presunto ladro di articoli sportivi, dopo un inseguimento in moto dal parcheggio della piscina di San Cassiano fino a strada Baresane, quasi al confine con il Comune di Grinzane Cavour, il 19 settembre scorso.

«Nel giorno di San Sebastiano protettore della Polizia municipale – ha ricordato il sindaco Carlo Bo – abbiamo voluto consegnare l’encomio a due dei nostri vigili ed il “Nastrino Covid-19” a tutti i nostri agenti. Gli ultimi sono stati anni molto difficili per la pandemia. L’emergenza è stata ben gestita dalle forze dell’ordine in generale e dalla Polizia municipale in particolare, sempre in prima linea. Con il ritorno alla normalità, i nostri agenti hanno gestito anche molti importanti eventi in città, compresa la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.  Li ringrazio per il lavoro svolto egregiamente finora e per quanto faranno altrettanto bene in futuro».

«Il Corpo di Polizia municipale – dichiara l’assessore alla Polizia municipale Lorenzo Barbero – è un presidio molto importate per la nostra città e per il nostro territorio, per il controllo e per la costante sinergia con i cittadini, per la sicurezza. Ringrazio i vigili per il loro lavoro quotidiano al servizio della città, ma anche il comandante Di Ciancia per il supporto al mio assessorato».

«Fra il tanto lavoro svolto nel 2022 da tutto il Corpo – dichiara il comandante della Polizia municipale Antonio Di Ciancia – sono molto soddisfatto della brillante operazione eseguita dall’ispettore Angelo Mulè, insieme all’agente Daniele Vieste, collega di pattuglia durante l’arresto del presunto ladro di articoli sportivi. Per questo l’encomio è più che meritato.  Sulla vicenda, inoltre, c’è stata anche un’ottima collaborazione con la Procura di Asti».

L’evento è stato anche l’occasione per presentare al pubblico e alla stampa le attività del Corpo di Polizia municipale relativo all’anno 2022.

Il Corpo di Polizia municipale è in servizio dalle ore 7.00 alle ore 20.00 per 7 giorni alla settimana. Un totale di 32.996 ore distribuite su 22 operatori con una media di 1.500 ore individuali annue.

La Polizia municipale ha svolto la sua attività nelle 4 macro funzioni: di polizia stradale con 16.151 di servizio, polizia giudiziaria 2.980 ore, polizia amministrativa 4.940 ore e pubblica sicurezza urbana per 8.925 ore.

Nell’ambito della polizia stradale sono state impiegate 19.690 ore sul controllo stradale ed effettuate 19.256 sanzioni. Sono state emesse 265 ordinanze e concesse 350 autorizzazioni. Nel settore dell’infortunistica stradale sono stati rilevati 111 incidenti, sono stati gestiti 183 ricorsi, mentre 16 ore sono state dedicate all’educazione stradale per 115 alunni.

La Polizia locale albese ha in servizio 7 autovetture e 2 motociclette che hanno percorso 81.637 chilometri totali nel 2022. Per quanto riguarda il settore di polizia giudiziaria, nell’attività investigativa sono state eseguite 383 notifiche, 41 atti di attività repressiva e 8 atti di polizia giudiziaria. Sulla pubblica sicurezza, il controllo del territorio ha avuto 48 segnalazioni/interventi per 1.590 ore e 2 interventi repressivi con tentativi di conciliazione. Inoltre, la gestione della videosorveglianza ed il raccordo con altri uffici ha avuto 25 accessi.

Nell’ambito della polizia amministrativa sono stati rilasciati 1.495 atti di istruttoria e pareri, rilasciati anche 310 autorizzazioni e controllati 25 esercizi. Sono state anche emanate 5 ordinanze Aso/Tso ed eseguiti 18 interventi in questo ambito.

Sono stati eseguiti 110 interventi sul controllo ambientale/decoro urbano con 86 sanzioni. Sono state ricevute 9 segnalazioni su tributi evasi segnalati all’Agenzia delle Entrate / Guardia di Finanza ed effettuati 27 controlli in questo settore.

Per quanto riguarda la sicurezza stradale, gli incidenti gestiti dalla Polizia municipale sono stati 111, coinvolgendo 60 persone ferite, 203 veicoli, con un totale di 979 giorni di prognosi. Purtroppo anche nel 2022 si è registrato un incidente mortale per l’investimento di un pedone nel centro abitato di Piana Biglini.

La normativa sull’omicidio e lesioni stradali del 2016, fissando la procedibilità d’ufficio per le lesioni superiori a 40 giorni di prognosi sanitaria, ha comportato per l’ufficio infortunistica la redazione di 6 comunicazioni di notizia di reato alla Procura di Asti e 4 per guida in stato di ebbrezza.

Su 111 incidenti rilevati, 16 hanno coinvolto almeno un pedone e 3 un ciclista.

La causa degli incidenti stradali è dovuta alla violazione delle principali norme stradali: 7 incidenti per velocità del veicolo, 23 per mancata precedenza, 13 per la distanza di sicurezza, 12 per mancata inosservanza della mano da tenere, 8 per mancata precedenza ai pedoni, 3 per divieto di sorpasso; per i restanti incidenti non è stato possibile risalire con certezza alla violazione sulle norme di comportamento del codice della strada.

Come per l’anno 2021, sono in continua crescita le segnalazioni e richieste di intervento pervenute alla Centrale operativa del Comando, dotata di un nuovo sistema di telecomunicazione: infatti tutte le chiamate in uscita ed entrata vengono registrate facilitando l’identificazione delle richieste di intervento (nel periodo settembre – dicembre sono arrivate 6.572 telefonate); inoltre,  tramite posta, in modo diretto e personale attraverso gli uffici comunali e i vigili di quartiere Piave, Moretta e Mussotto, ma soprattutto attraverso internet con la posta elettronica letta direttamente dal personale di polizia municipale.

varchi elettronici in funzione nel centro storico sono 9 per il controllo dell’area pedonale e della ztl notturna di via Rattazzi. La gestione dell’area pedonale è stata interamente svolta dal personale dell’ufficio verbali e della centrale operativa che ha ricevuto nel 2022 4.978 richieste di accreditamento, di cui 859 permessi di carico/scarico merci, 845 residenti e/o domiciliati, 197 permessi disabili, di cui 49 residenti fuori dal Comune di Alba e 197 per la ztl notturna di via Rattazzi. 2.830 sono state le richieste di giustificazione di accesso straordinario. Le infrazioni accertate per i varchi elettronici sono state 6.320, in leggero aumento rispetto a quelle rilevate nel 2021 (5.428).

È proseguito anche nel 2022 l’utilizzo del targa-system con 409 inviti a presentare documenti per il controllo automatico dei veicoli in merito a possesso assicurazione obbligatoria, revisione periodica, fermi amministrativi, pignoramenti e furti (223 violazioni per mancata revisione, 553 per assenza di assicurazione obbligatoria, 561 verbali per inottemperanza all’invito a presentare documenti.

Nel 2022 sono state accertate 19.256 violazioni al codice della strada, di cui 1.565 verbali con 6.770 decurtazione punti patente e 86 verbali per violazione ai regolamenti comunali.

Il servizio di Polizia locale, comprendente i servizi stradali, commerciali e polizia amministrativa, viene gestito in forma associata e regolata con apposita convenzione tra i comuni di Castagnito e Guarene, insieme all’Unione Castelli tra Roero e Monferrato con sede in Govone di cui fanno parte le amministrazioni comunali di Castellinaldo, Govone e San Martino Alfieri.

Nell’ambito della sicurezza urbana, il comando gestisce le telecamere installate nella nuova centrale operativa situata al piano terra del Palazzo comunale. L’impianto per la tracciabilità delle targhe è composto da 7 varchi elettronici che controllano tutti gli accessi stradali in entrata e uscita della città (corso Canale, viale Cherasca, corso Cortemilia, corso Enotria, corso Barolo, corso Nebbiolo, corso Unità d’Italia). Le immagini registrate vengono inviate alla centrale operativa del Comando con possibilità di condivisione tra le diverse forze di polizia del territorio.

Per quanto riguarda l’attività di controllo, sono state svolte: 383 notifiche atti giudiziari/amministrativi, 1.495 accertamenti anagrafici, 70 accertamenti stranieri Questura/acquisizione cittadinanza, 1.276 (176 per persone disabili) permessi di transito rilasciati/rilascio parere, 350 autorizzazioni occupazione suolo pubblico, 312 commercio + 156 produttori agricoli mercati settimanali gestiti, 310 rilascio autorizzazioni commerciali fiera, 265 ordinanze emesse in materia di circolazione stradale, 86 sanzioni per attività annonaria e commerciale, 5 ordinanze sanitarie TSO, 16 ordinanze sicurezza sanitaria/emergenza, 30 interventi ambientali/edilizi/pubblico decoro, 10 sopralluoghi di polizia edilizia, 183 (di cui 97 GdP, 873 Prefetto, 3 Sindaco) ricorsi Giudice di Pace/Prefetto/Sindaco. Le attività di controllo relative al comparto di polizia giudiziaria sono 41, di cui 33 notizie di reato, 8 deleghe di indagini, 2 denunce e querele, 1 arresto, 30 inserimenti nel Sistema di Informazione Sdi.

Per quanto riguarda i verbali emessi per le infrazioni principali al Codice della strada, 13 per il casco, 30 per cinture di sicurezza, 25 per telefonino/lenti, 24 per distanza di sicurezza/guida pericolosa, 624 per limiti di velocità, 553 mancata assicurazione/fermo, 223 per mancata revisione veicoli, 21 per patente di guida, 10 per precedenza pedoni, 26 per precedenza/sorpasso, 5 per guida in stato di ebbrezza/sostanze stupefacenti, 2.727 per sosta e fermata, 8.560 per violazioni centro abitato, 6.320 per divieto circolazione area pedonale, 95 per altre violazioni. Il tutto per un totale di 19.256 verbali.

Per quanto riguarda le sanzioni accessorie, 19 le carte di circolazione ritirate, 33 le segnalazioni per sospensione patente/carta circolazione, 160 sequestri finalizzati alla confisca veicolo, 13 fermi amministrativi del veicolo, 1.565 verbali con 6.776 punti decurtati, 1.379 documenti presentati in visione, 160 rimozioni veicolo.

Oltre a ciò, durante l’anno il Corpo ha seguito con le altre forze dell’ordine le grandi manifestazioni e gli eventi pubblici sul territorio comunale: l’accoglienza al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, Vinum, l’assemblea annuale di Banca d’Alba, il Rally di Alba, Collisioni, il 6th UNWTO Global Conference on Wine Tourism, la Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.

 

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button