Volley Campionato provinciale, contro Asti una sconfitta che fa bene alle Libellule

0
26

Il mondo dello sport è ricco di partite epiche, giocate ad ogni livello; sono partite in cui, al netto del risultato, i contendenti ricevono uno step in termini di crescita, personale e sportiva.

 

Al palazzetto di Asti, sabato 2 dicembre, chi ha avuto la fortuna di esser presente è stato testimone di una partita epica.
Da un lato Asti, in vetta al campionato senza mai aver perso un set; dall’altro le nostre libellule, in cerca di una identità definitiva da squadra matura.
Sulla carta, un risultato già scritto.

Nella temperatura rovente del palazzetto, dopo pochi minuti del primo set, pare di assistere ad un copione già visto; 14-4 per Asti e le nostre che, nonostante una superiorità non così netta delle avversarie, paiono essere vittime sacrificali, nella testa prima che nei fatti.
Poi, la scintilla: un time out, un paio di battute azzeccate (che miglioramenti su questo fondamentale!), un’iniezione di fiducia e, guarda un po’, anche le ragazze di Asti sono esseri di questa terra ed hanno paura. Le nostre libellule trasformate in draghi.
Si combatte punto a punto, oramai, la nostra difesa (che lavoro, coach Claudio!) è impenetrabile e il primo set è vinto, tra lo stupore delle ragazze di Asti.
Il secondo set è la fotocopia del primo: pare assistere ad un incontro di pugilato, senza esclusione di colpi da una parte e dall’altra; le nostre libellule, spinte dalla Torcida Fossanese nella sauna astigiana, giocano allo stesso livello della corazzata Asti; e quando il livello tecnico e fisico è lo stesso, il cuore fa la differenza; e il cuore delle libellule è grande così: 25-23 per noi e Asti sgomenta.
A questo punto, per ragioni fisiche e per disabitudine mentale a questo tipo di partite, alle nostre viene a mancare un po’ di braccio e un po’ di cattiveria. L’Asti rientra in partita, e quando fai rientrare in partita questo tipo di squadre e non hai l’esperienza per reggere l’urto, queste ti svuotano.
E’ andata così, in effetti: 25-11, 25-10 e 15-6 al tie break per le ragazze di Asti che solo dopo aver messo a referto il punto numero 8 del tie break hanno ricominciato a cantare in panchina, più sollevate per lo scampato pericolo che felici.

Cosa ci portiamo a casa? Un enorme passo in avanti dal punto della crescita mentale e dell’abitudine a certi incontri, come prima cosa; la dimostrazione che l’allenamento paga sempre (vedi alle voci “battuta al salto” e “difesa”) e poi, a freddo e a palla ferma, tanta tanta autostima e fiducia nei propri mezzi guadagnata. Asti, l’imbattibile Asti, ha avuto paura, tanta.
Ora resta da colmare ancora un piccolo gap, ma si vede la vetta e non è così distante. Complimenti ragazze, ci avete davvero emozionato!

La prossima settimana le ragazze saranno impegnate ad Alba, Sabato 9 Dicembre, contro l’Alba Volley, dove verrà testata nuovamente la maturità di questo gruppo tanto dolce quanto granitico.

Campionato provinciale U14 – girone B
La Sconfitta Vittoriosa

CLUB76 PLAY ASTI – LIBELLULA VOLLEY
3-2 (22-25, 23-25, 25-11, 25-10, 15-6)

Libellula Volley: Alessia Giraudo, Alice Boero, Angelica Craba, Annalisa Fruttero, Elena Milanesio, Erin Caserta, Giada Montanaro, Giorgia Camedda, Ludovica Arese, Sara Chey, Sofia Barberis.
Allenatore: Claudio Feyles
Dirigente Accompagnatore: Nicola Craba.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui