Dal SavoneseCRONACA

Viadotto Vallone Teccio, allarme infondato: le rassicurazione della Società Autostrada dei Fiori

La Società Autostrada dei Fiori informa che in merito ad alcune foto raffiguranti parti del viadotto Vallone Teccio, ubicato tra gli svincoli di Savona ed Altare in carreggiata direzione Torino, recentemente segnalateci da un utente e poi apparse su alcuni social network, la Società intende rassicurare che tale opera d’arte, al pari di tutte le restanti presenti sulla tratta autostradale in gestione, viene sottoposta con cadenza trimestrale a verifiche e controlli.

Tali verifiche vengono svolte seguendo le procedure individuate nelle Linee Guida per la gestione dei ponti esistenti emesse dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici nel corso del 2020.

Le risultanze di tali ispezioni, anche per questo viadotto, non hanno evidenziato criticità di carattere statico che possano inficiare la sicurezza dei nostri clienti e dell’ambiente circostante.

Nello specifico, questo viadotto è inserito con altre 83 opere in un progetto di regimazione delle acque di piattaforma, le cui attività sono in corso di esecuzione.

Tale intervento, oltre alla sostituzione del sistema di smaltimento delle acque, prevede l’esecuzione di interventi di risanamento corticale dei calcestruzzi degli impalcati, dei cordoli e delle pile che si svolgono con una preliminare asportazione del calcestruzzo incoerente (disgaggio), con la pulizia e protezione anticorrosiva delle armature, con l’applicazione di malte cementizie adeguate ed, in ultimo, con l’esecuzione di un trattamento protettivo delle superfici.

Sul viadotto Vallone Teccio, le attività sono in corso di esecuzione; ad oggi, sono stati ultimati i risanamenti conservativi di circa 20 delle 77 campate di cui si compone, è stata quasi ultimata l’attività di disgaggio preventivo.

La presenza di alcune aree prive della parte più superficiale del calcestruzzo (copriferro) evidenziate dalle immagini apparse sui social, è accentuata proprio dall’attività preventiva di disgaggio attuata nell’ambito dei suddetti lavori.

La Società precisa che la presenza di tali lavorazioni non altera in alcun modo la resistenza e la stabilità dell’opera, essendo stata svolta una specifica verifica di sicurezza delle strutture le cui positive risultanze sono state testate in loco attraverso l’esecuzione di una campagna di prove di carico eseguite nelle notti del 10 e del 15 settembre 2021.

L’esito ha permesso di dichiarare che le strutture sono staticamente idonee al transito dei mezzi nella configurazione di carreggiata oggi presente sull’impalcato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button