ROERO NORDVezza d'AlbaROERODal Comune

Vezza d’Alba: un comune nel limbo in attesa di novità

Dopo lo scioglimento del Consiglio comunale, avvenuto in seguito alle dimissioni del sindaco Carla Bonino e, in un secondo tempo, di tutti i componenti dell’assemblea, a Vezza si cerca di guardare avanti. Si attendono i risultati delle indagini, che coinvolgono l’ex primo cittadino, il suo vice e alcuni dei tecnici comunali e si guarda alla primavera, quando si svolgeranno le elezioni per il rinnovo delle cariche. C’è curiosità di capire chi si candiderà e si renderà disponibile a gestire una situazione probabilmente complicata. Sul fronte politico è giocoforza tutto fermo. Così come aveva dichiarato a fine anno il commissario Francesco D’An­­gelo «Ci saranno molte difficoltà, perché le indagini che colpiscono parte della Giunta, il servizio Ragioneria e quello delle Opere Pubbliche, ha reso Vezza un Comune “cieco”.

Sarà necessario reperire nuovi tecnici sostituti e capirete che non sarà facile». Intanto l’ordinaria amministrazione deve andare avanti ed il municipio ha fissato nuovi orari di apertura al pubblico. L’Ufficio Anagrafe, Stato Civile, Segreteria e Protocollo sarà aperto il lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 12.30, mentre il giovedì osserverà l’apertura pomeridiana dalle 15 alle 17. Gli uffici Tecnico, Tributi, Commercio, Polizia Amministrativa e Agricoltura, saranno disponibili soltanto due giorni alla settimana e precisamente il martedì e il venerdì dalle 8.30 alle 12.30. La Polizia Locale è contattabile al numero 366/43.67.048 o all’indirizzo di posta elettronica: polizialo­cale@co­mu­ne.vezzadalba.cn.it.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button