ROERO NORDVezza d'AlbaROEROCRONACA

Vezza d’Alba: pirata della strada condannato a 4 anni

Quattro anni di reclusione, il massimo della pena prevista per S. S., il 53enne torinese che il 29 gennaio 2018 investì una 26enne a Vezza d’Alba. Il processo per lesioni gravissime, omissione di soccorso e fuga dopo aver provocato un incidente si è concluso l’altro giorno ad Asti. Il giudice Marco Dovesi ha anche disposto per l’imputato l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni, la revoca della patente di guida e una provvisionale di 20mila euro subito esecutiva a favore della vittima. Costituitasi parte civile, quest’ultima procederà quindi per il risarcimento.

Il fatto avvenne in frazione Borbore lungo l’ex statale 29. La giovane residente a Castagnito era appena scesa dal bus navetta con cui raggiungeva il posto di lavoro.Aveva quasi compiuto l’attraversamento della strada sulle strisce quando fu colpita da un furgone di colore bianco che non si fermò. La ragazza riportò la frattura di 8 costole, un’emorragia interna e lesioni a un rene. In ospedale i medici dovettero asportarle la milza spappolata nell’urto dopo il quale aveva perso conoscenza. Il sostituto Laura Deodato con i carabinieri di Corneliano d’Alba attraverso testimonianze, filmati di vidosorveglianza, tabulati telefonici e geolocalizzazione del cellulare, è risalita a S. S. Lui non si è mai presentato in aula ma per un testimone portato dalla sua difesa il magistrato ha disposto la trasmissione degli atti alla Procura, ipotizzando il reato di falsa dichiarazione. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com