Verso le elezioni, centrodestra ancora in ambasce. Bra Domani lancia ultimatum con dubbi anche su Genta

Riceviamo da Bra Domani

e volentieri pubblichiamo.

In questi giorni il gruppo “Bra Domani” si è impegnato in diverse iniziative per favorire la formazione di una coalizione elettorale nell’ambito del centrodestra braidese. Molte sono state le occasioni di dialogo e confronto e da queste emerse chiara e forte l’esigenza di procedere uniti verso la prossima consultazione elettorale del 26 maggio dalla quale usciranno il sindaco e l’Amministrazione che guideranno la nostra città per i prossimi 5 anni.

Siamo sempre più convinti che solo un centrodestra unito nelle pluralità dei suoi componenti potrà garantire un cambiamento politico che appare sempre più necessario per il futuro di Bra.

Invitiamo pertanto gli amici della Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, e tutte le forze politiche e civiche che si riconoscono nell’ambito del centrodestra a fare tutti gli sforzi possibili per convergere non solo sulle linee politiche fondamentali ma anche sulla figura di un primo cittadino che sia dotato delle competenze e della forte determinazione necessarie per imprimere una svolta nel destino della nostra città.

La parola d’ordine, afferma Davide Tripodi capogruppo consiliare della Lista “Bra Domani”, «dev’essere unità! Senza unità sarà purtroppo inevitabile una vittoria della sinistra. Se l’unità non si realizzerà, qualcuno alla fine dovrà assumersi le proprie responsabilità. “Bra Domani” farà tutto il possibile per far sì che tutto il centrodestra braidese converga attorno a una figura di candidato sindaco dotato della necessaria esperienza amministrativa, che sappia fare da sintesi facendo tesoro delle indicazioni programmatiche già in passato avanzate dalla nostra coalizione civica. Ora però non si perda più tempo!».

Sergio Panero consigliere del medesimo gruppo, condividendo il punto di vista di Tripodi afferma: «Si mettano da parte gli interessi particolari dei vari componenti della coalizione, pensiamo all’esclusivo interesse di Bra e riprendiamocela con un candidato sindaco capace, dinamico, esperto e vera espressione della nostra comunità».

FOCUS

GUARDIAMOCI INTORNO

Strada Ca’ del Bosco e quel cantiere che langue a Bra

Un lettore: Non so se faccio bene a rivolgermi al “Corriere” o dovrei scrivere a “Chi l’ha visto?” per ritrovare gli operai che ormai da un mese hanno smesso di lavorare in strad...

È vero che nessuno lo vuole, ma non vada a ramengo

Un lettore: Almeno tenete chiuse le finestre di questo palazzotto di proprietà del Comune in via Vittorio Emanuele II, pieno di centro di Bra… E’ vero che hanno provato a venderl...

Quelle caditoie infossate dopo le riasfaltature

Un lettore: E’ possibile, quando si riasfalta una strada, provvedere a sollevare il livello dei tombini di raccolta delle acque piovane? Se non lo si fa (vedasi per esempio via Cr...