LANGA DEL BAROLOLANGHEVerdunoSanità

Verduno sono entrati in servizio i medici israeliani, lavoreranno gratuitamente per i prossimi 10 giorni

VERDUNO – E’ entrata in servizio nel nuovo ospedale di Verduno (Cuneo) la delegazione medica israeliana venuta a dare supporto nelle cure dei malati di Covid.19.

Alla cerimonia di benvenuto il presidente della Regione Alberto Cirio, affiancato dall’assessore Luigi Icardi, e l’ambasciatore di Israele in Italia Dror Eydar hanno ricordato il rapporto di amicizia tra i due popoli. “Questo è l’inizio di una collaborazione che sarà proficua tra la sanità piemontese e le eccellenze israeliane”, ha sottolineato Cirio.

7 medici e i 12 infermieri, che lavoreranno gratuitamente per i prossimi 10 giorni, provengono dallo Sheba Medical Center di Ramat Gan, situato nel distretto di Tel Aviv: è il più grande ospedale di Israele, reputato tra i migliori al mondo e che cura ogni anno un milione di pazienti.

La missione è stata resa possibile grazie alla collaborazione della Regione Piemonte e della Maxiemergenza 118 con l’ambasciatore di Israele in Italia, che ha fatto da tramite con il Ministero della Sanità di Israele. Va anche ricordata la cooperazione avviata tra esperti piemontesi e israeliani nel 2019 in Mozambico, dove la Maxiemergenza 118 regionale aveva installato, gestito e poi donato un ospedale da campo in una zona colpita da un ciclone.

Sponsorizzato
Sponsorizzato

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button