CanaleROERO NORDROEROAttualità

Veglia natalizia del Quarantennale dei Cavalieri del Roero

La tradizionale Vijà di Natale dell’Ordine dei Cavalieri di San Michele del Roero, svoltasi presso il Roero Park Hotel di Sommariva Perno, è stata quest’anno particolarmente densa di eventi, trattandosi del quarantennale di vita dell’Ordine, nato ufficialmente, con atto notarile, il 25 novembre 1982.

Gl’inni d’Europa, Nazionale e del Roero hanno introdotto il primo momento della serata con il benvenuto rivolto dal Gran Maestro Carlo Rista ai numerosi soci presenti, tra i quali non pochi sindaci, autorità, rappresentanze varie e, in prima fila, un nutrito gruppo di aspiranti neo-cavalieri. E proprio soprattutto a beneficio di costoro il Gran Maestro ha svolto un’articolata relazione allo scopo di illustrare gli scopi e le attività dell’Ordine con i conseguenti impegni che si deve assumere chiunque ne voglia far parte.

 

Nuove investiture

Si è quindi snodata l’investitura ufficiale a cavalieri del Roero dei seguenti candidati mediante la loro presentazione, l’imposizione del collare, la firma di impegno, il breve scambio di parole rispettivamente di benvenuto e di ringraziamento: Gianluca ADRIANO, di Magliano Alfieri, impiegato tecnico presso ASL 2, presidente pro tempore AVIS Alba; Giorgio Maria BERGESIO di Cervere (Cn), Senatore della Repubblica; Antonio BORRA, di Torino, avvocato, docente universitario a contratto in vari atenei italiani. socio fondatore e segretario del Comitato Giandujotto. già consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti; Mario CAMPOBASSO, di Torino, assistente tecnico presso l’ospedale Le Molinette; Paolo CANTELMI, di Guarene, imprenditore nel settore della lavorazione del legno; Giuseppe CAVALLERO, di Carmagnola, farmacista di Baldissero d’Alba; Gianfranco DI CONCILIO, di Cervere, imprenditore nel settore vivaistico e della creazione di giardini; Matteo GANCI, di Villastellone, parrucchiere in Villastellone e Show man; Giuseppe LAPALORCIA, di Montà, geometra, pensionato, già operatore nel settore marketing e commerciale dell’automobile; Antonio NOBILE, di Torino, medico dentista; Massimiliano PALANO, di Torino, geometra, direttore tecnico, responsabile sistema qualità nella gestione cantieri; Gianmario PEPERONE, di Monforte d’Alba, geometra, imprenditore nel settore costruzioni; Giuseppe Andrea ROERO, di Corneliano d’Alba, comandante pilota di elicotteri: ha svolto attività di pilota istruttore, voli dimostrativi, manutenzione e costruzione elicotteri ultraleggeri; Giovanni Carlo ROERO, di Canale, comandante pilota di elicotteri presso Gruppo Ferrero con oltre 5000 ore di volo in rotte nazionali e internazionali; Andrea VANNI, di Sommariva Bosco, agente di commercio plurimandatario nel settore edilizio, vigile del fuoco volontario presso distaccamento di Sommariva del Bosco.

Investiti ad honorem: Marco PROTOPAPA, di Acqui Terme, geometra libero professionista,  assessore regionale all’agricoltura, cibo, caccia e pesca; Antonio ZERRILLO, di Alba, Generale di Brigata ausiliario presso l’esercito italiano.

 

Contributi alle corali

 

In sintonia con l’atmosfera natalizia, è stato significativo il dono di un contributo di aiuto, stima ed incoraggiamento ad alcune corali roerine che svolgono con continuità ed impegno un servizio apprezzato dalle rispettive comunità e da tutto il Roero. Ciò ad ulteriore conferma dell’attenzione dell’Ordine alle attività di volontariato e al sostegno delle tradizioni nostrane.

Hanno ritirato il contributo i rappresentanti delle formazioni corali “I Ceresulin” di Ceresole d’Alba; la “Corale Sanstefanese” di Santo Stefano Roero, che celebra quest’anno i 50 anni di attività; la “Corale Santo Stefano” di Priocca; la “Corale San Martino” di Vezza d’Alba.

Il Gran Maestro e l’assemblea tutta hanno espresso un plauso ai cori premiati ed un vivo ringraziamento ai generosi cavalieri ed Enti che hanno finanziato tali borse: Occhetti-Azimut, Banca d’Alba, BCC di Cherasco, Mariano Costamagna, Bruno Geraci, Giuseppe Miroglio, Vittorio Molino, Luigi Riccomagno.

 

Il numero unico del quarantennale

 

A cura dei cavalieri giornalisti Beppe Malò, Paolo Destefanis, rispettivamente direttore e coordinatore editoriale de La Roa, e Dante Maria Faccenda, responsabile dell’Ufficio Stampa, è stato ufficialmente presentato agli astanti il numero speciale del periodico La Roa, quasi un libro di sessantotto pagine che ripercorre, con abbondanza di testi ed emblematica selezione d’immagini, i quarant’anni di vivace attività dell’Ordine. Lavoro che ha fortemente impegnato nella ricerca ed elaborazione soprattutto i citati direttore e coordinatore che hanno così consegnato un documento da distribuire ai soci e da conservare quale prezioso riferimento storico dell’Ordine.

 

Riconoscimento al Gran Maestro Carlo Rista

 

Un colpo di scena, volutamente non preannunciato nel programma della serata, ha coinvolto l’assemblea, creando emozionata unanimità. Il Gran Maestro Vicario, Paolo Chiavarino, con un appassionato e intenso discorso a nome di tutti, ha voluto ricordare che se oggi l’Ordine può celebrare con orgoglio quarant’anni di ininterrotta, vivace e preziosa attività, il merito maggiore è quello di aver conservato alla propria guida, come Gran Maestro, Carlo Rista che vi si è dedicato con una passione ed una continua dedizione senza limiti, al di sopra di ogni aspettativa.

A nome del Consiglio Direttivo ha quindi offerto al festeggiato una copia del collare dell’Ordine impreziosito dalla doratura, da uno scintillante zircone incastonato, e da un’incisione commemorativa.

Sempre a nome di tutti, il responsabile della commissione cultura e ufficio stampa, Dante Maria Faccenda, ha sottolineato il valore dell’amicizia che ha contraddistinto sempre i rapporti di Carlo Rista con tutti i membri dell’associazione, a gli ha porto una preziosa pergamena riportante la seguente motivazione: “L’Ordine dei cavalieri di San Michele del Roero con voce unanime esprime al Gran Maestro e cofondatore dell’Ordine Carlo Rista, immensa gratitudine, stima ed affetto per i 40 anni di ininterrotta, saggia ed appassionata dedizione alla guida dell’Ordine”.

Un’autentica standing ovation ha quindi sottolineato la condivisione unanime del meritato tributo di riconoscenza e le conseguenti, intense parole di ringraziamento da parte del festeggiato non hanno potuto nascondere la commozione per l’inatteso riconoscimento.

La festa conviviale

 

I cerimonieri Claudio Calorio e Paolo Rosso hanno continuato a guidare la serata durante la tradizionale cena animata soprattutto dal cantautore e cavaliere Piero Montanaro. Insieme hanno coinvolto gli oltre duecento commensali in canti, musiche, simpatici interventi estemporanei e, come ogni anno, in una conclusiva e ricca lotteria benefica.

dmf

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button