ALBACultura e SpettacoliEventi

Uno in più, per ricordare Fenoglio: Quattro appuntamenti per un festival popolare di musica e parole

Concerti, talk-show, camminate dedicate alle memorie della resistenza partigiana con ospiti illustrissimi

Il centenario fenogliano propone un weekend all’insegna di “Ën-PÌ (Uno in più) Chiamata alla musica e alle strade delle memorie partigiane”. Il Festival propone una serie di eventi in cui musicisti, storici, letterati, registi, studenti, persone comuni abbiano la possibilità di conoscere la storia della Resistenza di Alba e delle nostre zone, e del partigiano Beppe Fenoglio attraverso la musica e i canti partigiani “letti” nei suoi libri e nelle sue parole, e le canzoni scritte, cantate, urlate e “dette” degli antichi e dei nuovi partigiani. Sono quattro gli appuntamenti in programma. Si inizia sabato 7 maggio con “La valigia: 20 mesi di lotta partigiana”. Lo spettacolo è ispirato ad una storia vera, un teatro concerto che attraverso le canzoni originali di Barbara Borra e gli arrangiamenti di canti della Resistenza, racconta i 20 mesi della lotta partigiana. La musica si incastra con la recitazione e viceversa tessendo un filo rosso con gli scritti di Beppe Fenoglio, le sue citazioni e le sue canzoni a cui lo spettacolo liberamente si ispira.

Orario di inizio alle 21. Il giorno dopo un gruppo di studenti albesi delle scuole superiori, guidati dal volume “Strade delle memorie partigiane” dell’Anpi Sezione di Alba accompagna i partecipanti lungo un percorso nella città raccontando i fatti storici accaduti e riappropriandosi dei luoghi della Resistenza e dei luoghi fenogliani in modo consapevole della storia vissuta e della scrittura che Fenoglio fece dei luoghi della sua Alba. Domenica 7 ci sarà anche la presentazione del libro “Nel segno di Fenoglio” di Angelo Bendotti farà. Il volume farà da filo conduttore per un incontro con l’autore, storici, letterati, etnomusicologi e giornalisti sulla tematica della Resistenza e in particolare dei canti e della musica partigiana che emergono anche dalle parole di Fenoglio. A Palazzo Mostre e Congressi intervengono l’autore, Angelo Bendotti, la storica Chiara Colombini, l’etnomusicologo Jacopo Tomatis. Il festival si chiude alle ore 21 ancora al Teatro Sociale con un concerto speciale del Ginevra Di Marco Trio composto oltre che dalla Di Marco, anche da Francesco Ma­gnel­li­ e Andrea Salvadori. I tre musicisti celebrano il centenario fenogliano a partire dal concerto dei Csi, che si svolse ad Alba 26 anni fa. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti. Info e prenotazioni sul sito www.beppefenoglio2022.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button