ALBALANGA DEL BORMIDACortemiliaLANGHELANGA DEL BELBOALTA LANGACastinoCastelletto UzzonePrunettoCravanzanaSerravalle LangheAlbaretto della Torre

Una strada per le Langhe: ora il patto tra i comuni è ufficiale

Coinvolge i Comuni dell’Alta Langa per una migliore viabilità

Amministratori pubblici, associazioni e imprenditori fanno un patto per migliorare la viabilità tra l’Alta Langa e l’Albese: con un atto notarile, è stato costituito il comitato “Una strada per le Langhe”. I soci fondatori sono i Comuni di Alba, Albaretto della Torre, Camerana, Castelletto Uzzone, Castino, Cortemilia, Cravanzana, Prunetto, Serravalle Langhe, Somano, Torre Bormida e gli imprenditori cortemiliesi Paola Veglio e Dino Rossello, i quali saranno nominati presidente e vice.

«Grande soddisfazione – commentano i rappresentanti dell’Alta Langa – aver finalmente concretizzato una realtà determinata a coinvolgere tutto il territorio, dalle amministrazioni alle attività produttive, dalle associazioni di categorie ai privati cittadini. L’organismo lavorerà per commissionare uno studio di fattibilità tecnico-economico per la viabilità verso l’Albese che dovrà essere decisamente migliorata, non raddrizzando le curve, ma attraverso gallerie e viadotti che permettano un salto di qualità a tutto il territorio a livello economico, turistico a sanitario.

E’ problematico, infatti, che oggi occorra oltre un’ora per raggiungere un punto di primo soccorso». Il progetto era stato inserito nelle opere strategiche previste dal piano della Provincia legato ai fondi del Recovery fund. Aggiunge Carlo Bo, primo cittadino di Alba: «Viabilità, infrastrutture e collegamenti adeguati sono una priorità per un territorio come il nostro, ricco di attività produttive e turistiche. La direttrice verso l’Alta Langa e la Liguria non ha alcuna alternativa all’attraversamento del centro albese, con tutti i disagi che questo comporta per i residenti.

Come amministrazione stiamo lavorando per la realizzazione del terzo ponte sul Tanaro e del suo proseguimento con la parallela a corso Langhe fino alla Moretta. Il nostro piano regolatore prevede diverse soluzioni viarie che influirebbero positivamente su tutto il territorio. Per questo è importante lavorare in sinergia e ringrazio tutti coloro che hanno dato la loro adesione al comitato».

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button