ALBACultura e Spettacoli

Una personale di Paula Palumbo presso la chiesa di San Giuseppe ad Alba

La “Natura esuberante” dell’artista in una personale postuma

Questo fine settimana sarà inaugurata la mostra di pittura “Natura esuberante” del maestro Francesco Paula Palumbo. L’esposizione sarà allestita nella chiesa di San Giuseppe ad Alba (piazzetta Giovanni Paolo II) con il sostegno della Fondazione Crt e con il Patrocinio dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato. Torinese d’adozione, l’artista nasce a Taranto il 14 marzo del 1917 e muore a Torino il 22 ottobre 2008.

Inizia la sua carriera artistica negli anni 30 sotto la sapiente guida del fratello Simone, pittore e scultore diplomato presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, collaboratore del celebre pittore e scultore Umberto Mastroianni. Per più di mezzo secolo Paula Palumbo ha trasferito sulla tela emozioni che solo la natura sa suscitare: paesaggi, paesaggi invernali, fiori e frutta si offrono agli occhi degli spettatori con dovizia di particolari e amorevole cura. Le composizioni si presentano ordinate, quasi geometriche, con colori calibrati e intonati, tali da determinare una piacevole sensazione di equilibrio e rigore. Fantasiose forme dal disegno deciso e sicuro si susseguono, creando esuberanti intrecci che riempiono la superficie in tutte le sue parti senza lasciare nessuno spazio libero, cosı̀ da suggerire un’ispirazione quasi fiabesca nella riproduzione di una realtà immediata e quotidiana.

Una natura rivista e ricomposta che esprime l’essenza intima, quasi religiosa, delle forme. Una visione del mondo nello stesso tempo razionale e ingenua, equilibrata ed esuberante, che costituisce la cifra stilistica di questo autore. Stile assolutamente personale che non deriva da scuole, o meglio, le attraversa e rivisita tutte, per giungere a una fase finale sua propria. Un itinerario tormentato, che è valso all’artista molti riconoscimenti di critica e di pubblico. Il vernissage della mostra avrà luogo venerdì 15 ottobre alle ore 17 presso la Chiesa di San Giuseppe alla presenza del presidente della Fondazione Culturale San Giuseppe, Roberto Cerrato, e il presidente della Fondazione della Cassa di Risparmio di Torino, il professor Giovanni Quaglia e il figlio dell’artista, Prof. Claudio Palumbo. Il percorso sarà visitabile fino al 14 novembre. Per informazioni e per prenotazioni è possibile telefonare al numero 0173/ 293.163 o inviare una mail a centroculturalesangiuseppe@gmail.com.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button