More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Una festa a Grinzane in memoria di Alberto Rolfo

    spot_imgspot_img

    GRINZANE CAVOUR – Sostenere la ricerca per la cura dei tumori cerebrali. Era questo, in sintesi, il messaggio della bella manifestazione organizzata a Grinzane Cavour “Tutti in piazza per Alberto”.

    Una serata di solidarietà in memoria di Alberto Rolfo, il 16enne mancato lo scorso novembre a causa di un tumore al cervello, finalizzata a raccogliere fondi da destinare all’Associazione Italiana Tumori Cerebrali. All’iniziativa era presente Guido Minghetti, da oltre 25 anni Presidente della Associazione Italiana Tumori Cerebrali (www.tumoricerebrali.it).

    «Con la nostra presenza – ha spiegato all’indomani della manifestazione il presidente di Aitc – abbiamo voluto rendere omaggio al giovane Alberto per il calvario che ha vissuto e che abbiamo seguito passo dopo passo accanto alla sua fantastica famiglia, con la devastazione dell’impotenza e dell’incapacità di dare sollievo, di avere un farmaco come tutti noi siamo abituati a prendere per rimediare ai problemi di salute. Purtroppo, di fronte a questi tumori, oggi una medicina non esiste. Non sappiamo ancora perchè una infinitesima cellula, tra i miliardi che compongono il corpo, possa impazzire e strappare violentemente una giovane vita». Prosegue Minghetti: «Già il termine tumore incute terrore, che viene ulteriormente accentuato se associato al cervello, la nostra sede di vita, che ci caratterizza e ci rappresenta.

    Quando a soffrirne è un bambino o un giovane l’intera famiglia ricade in un “girone” imperscrutabile ed incontrollabile che toglie il senso della vita stessa». AITC è nata nel 1998 e oggi è fortemente impegnata in ambiziosi progetti in ambito neuroscientifico, comparto purtroppo composto da gravi patologie, spesso inguaribili. Purtroppo è ormai assodato che la crescita dei tumori cerebrali è preoccupante anche in soggetti sempre più giovani. Conclude Guido Minghetti: «A nome di AITC, posso dire che Grinzane Cavour in senso solidaristico ha dato una risposta fuori dal comune, con una passione ed impegno che non abbiamo mai riscontrato in iniziative volte a ricordare persone scomparse anche prematuramente. Comune, Pro loco, Croce Rossa, Polizia municipale, artisti e volontari hanno fatto qualcosa di eccezionale. E’ stato per tutti un autentico momento di arricchimento sociale, solidale ed umano, divertirsi e stare insieme senza dimenticare chi soffre».

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio