Un po’ di giustizia sulle aree edificabili: pagheranno meno Imu

96
Pagheranno di meno. I proprietari di terreni inseriti nel Piano regolatore

Rivisti a Bra i valori delle aree edificabili per il calcolo dell’Imu 2018. La Giunta comunale ha deliberato di recepire le indicazioni di una commissione tecnica, formata da liberi professionisti e dirigenti pubblici, che ha valutato le incongru­enze presenti dell’ultimo provvedimento in proposito datato 2012. Le incongruenze, vere e proprie ingiustizie a danno dei cittadini, erano già state più volte segnalate in Con­siglio comunale dal presidente della commissione Urbanistica, Marco Ellena di Forza Italia.

Dunque, sulla scorta dell’analisi del mercato fondiario e immobiliare, scattano riduzioni del 10% sul valore delle aree oggetto di perequazione urbanistica sul nuovo Piano regolatore.Esse passano da un valore di 15 euro al metro quadro a 13,50 per aree perequate con indice 0,05 e da 30 a mq a 27 euro per quelle con indice 0,10 oppure 0,15. Ribassate di un ulteriore 5%, inoltre, le aree edificabili nei Pec più grandi. Per queste, alle quali la deliberazione del 2012 già concedeva un abbattimento del valore del 30%, lo stesso potrà calare di un ulteriore 5% qualora l’area ricada in un Pec di dimensione superiore ai 50.000 metri quadri.

Le nuove indicazioni hanno effetto retroattivo al 1° gennaio 2018 e un loro adeguamento nelle dichiarazioni o nei versamenti per l’individuazione del valore venale in commercio, non darà luogo ad accertamenti tributari del Municipio. Anche per il 2018 il Comune di Bra ha previsto un’aliquota Imu agevolata dello 0,85%.