dal PiemonteSenza categoriaEconomia & Lavoro

Un milione di euro pagate per acquistare un Mathusalem di vino

Quasi un milione di euro per una bottiglia di vino. Già avete letto bene. Questa è la cifra che è stata pagata da un collezionista per acquistare un “mathusalem” (contenitore da 6 litri) di Romanée-Conti del Domaine de la Romanée-Conti 1985. La bottiglia proveniva dalla collezione privata di Giorgio Pinchiorri, che la custodiva gelosamente nel caveau dell’omonima enoteca di Firenze. Lo stesso Pinchiorri, che ricordiamo è il proprietario di uno dei più blasonati ristoranti italiani, che si fregia delle tre stelle Michelin, nello scorso dicembre aveva venduto altre bottiglie simili, incassando 1,6 milioni di euro.

A questo punto vi starete chiedendo: “Chi può arrivare a sborsare cifre simili per un prodotto evidentemente deperibile? La risposta è molto semplice. Si tratta di un collezionista con il portafoglio gonfio di denaro che si è rivolto al merchant svizzero Avu Luxury Wines di Sorengo, vicino Lugano, società specializzata nella vendita di vini extra-lusso per le persone più ricche del mondo, per acquisire questo lotto, che a giudizio degli esperti ha un valore inestimabile. Gli indizi dell’unicità di questo Romanée-Conti ci sono tutti. Intanto sull’etichetta reca la numerazione 1, poi l’annata (il 1985) che è considerata eccezionale ed infine irripetibilità. Dal 2009 il Romaine de la Romanée-Conti, non produce più mathusalem. Secondo indiscrezioni l’anonimo collezionista arriva dall’Oriente ed oltre alla succitata rarità, ha deciso di fare la spesa ed acquisirne altre, staccando un assegno particolarmente ricco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button