Un mese di lavori sul canale ex Enel

Tecnoedil dovrà intervenire sull’acquedotto comunale per un intervento di manutenzione stra­or­dinaria che interesserà il canale d’a­limentazione del potabilizzatore. Si tratta del “vec­chio” canale che venne acquistato nel 1987 dall’Enel, allora titolare dell’impianto idroelettrico cittadino, unitamente a tutte le pertinenze comprese nel tratto tra il ponte di località Le Basse e la ex camera di carico della centrale che si trova nei pressi del cimitero. Dal 1996 è la società Egea, tramite la Tecnoedil, a occuparsi della gestione, manutenzione, ottimizzazione e potenziamento degli impianti dell’acquedotto. Il canale deve essere sottoposto a un intervento di impermeabilizzazione lungo un tratto di 70 metri compresi tra il sottopasso della tangenziale e il ponte che si trova in località Gamba di Bosco. I lavori, a totale carico Tecnoedil, sono previsti per la durata di 30 giorni, e avranno inizio con lo svuotamento del canale. Successivamente saranno rifatti il fondo e le pareti con getti in calcestruzzo armato e successiva applicazione di elementi prefabbricati a doppia lastra (per le sponde) da completare con altri getti di calcestruzzo. I lavori, segnalati all’Ufficio Tecnico del Comune a fine febbraio, si sono resi necessari per contrastare gli sversamenti del canale nel sistema idrico superficiale.