Un fermo per l’omicidio di Pamela Mastropietro

91

C’erano gli abiti della ragazza uccisa, sporchi di sangue, in casa del 29enne nigeriano fermato a Macerata per l’omicidio di Pamela Mastropietro. Il corpo della 18enne, scomparsa da una comunità, era stato trovato in 2 valigie nelle campagne di Pollenza (MC) e l’uomo era stato ripreso con lei fuori da una farmacia,poco prima della scomparsa. In casa sua anche lo scontrino della farmacia, dove la giovane ha comprato una siringa. Un testimone oculare lo ha visto con i trolley in cui poi sono stati trovati i resti della ragazza. L’uomo, in Italia con permesso di soggiorno scaduto, ha precedenti per droga