Un defibrillatore per ricordare Candido Alessandria

ALBA – Il Comune di Alba ha deliberato di accettare la donazione di un
defibrillatore donato dal Borgo di Santa Rosalia per ricordare la figura del
presidente Candido Alessandria scomparso per malore improvviso nell’agosto
scorso.

Il defibrillatore è ti tipo semiautomatico ed è dotato di un contenitore in
metallo che ne consentirà il posizionamento all’esterno. A questo proposito, lo
strumento salvavita troverà posto in piazza Risorgimento. Dove, in caso di
necessità, potrà essere utilizzato per salvare una vita umana. Questo tipo di
defibrillatore, infatti, può essere utilizzato nel caso di qualsiasi tipo di
malore improvviso con perdita di conoscenza.

Lo strumento, infatti, effettua una autodiagnosi della situazione cardiaca della
persona colpita da malore ed è in grado di valutare se e in quale misura
rilasciare una scarica elettrica in grado di far ripartire un cuore in arresto,
oppure di ricondurre a un ritmo “sinusale” (cioè fisiologico) un cuore vittima
di una grave alterazione del ritmo.

Lo strumento può essere utilizzato da qualsiasi persona assista ad un attacco
cardiaco grave o alle conseguenze di una fibrillazione ventricolare. Il solo
onere a carico del Comune sarà quello dell’installazione del dispositivo.

 

X