Un compleanno eccezionale (104) celebrato nel silenzio della fede

In chiesa alla Residenza che la ospita. La signora Margherita Bain, nata il 7 aprile 1915 a Monastero Bormida

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Un giorno particolare quello del 7 aprile per la Residenza S. Andrea di Castiglione Tinella e per la famiglia della signora Bain. Un compleanno da record (104 anni) quello della signora Margherita Bain, nata il 7 aprile 1915 a Monastero Bormida.

Persona serena, gioviale, con piene facoltà intellettive e animata da una profonda fede, ha trascorso l’intera vita ad accudire la famiglia composta da quattro figli, dei quali uno sacerdote, don Luigi Cotto deceduto nel novembre del 2016. Attualmente vive in autonomia in questa Residenza accudita dal personale sociosanitario e dalle amorevoli attenzioni dei figli.

Un traguardo importante che Margherita ha deciso di festeggiare nel silenzio, nel rispetto del periodo quaresimale e dei cinque Precetti della Chiesa Cattolica (leggi morali contenute nel Codice di Diritto Canonico che si collocano nella linea di una vita morale che si aggancia alla vita liturgica e di essa si nutre) che rammenta sovente:

1) partecipare alla messa la domenica e le altre feste comandate;

2) confessarsi almeno una volta all’anno;

3) ricevere l’Eucarestia almeno a Pasqua;

4) in giorni stabiliti dalla Chiesa astenersi dal mangiare carne e osservare il digiuno;

5) sovvenire alle necessità della Chiesa.

«Non celebrare solennemente le nozze nei tempi proibiti… voglio rispettare la sofferenza di Gesù, accompagnarlo sul Calvario con spirito di preghiera e impegno morale. Bisogna passare attraverso la sofferenza per ottenere la redenzione». Queste le parole ripetute ogni giorno dall’ultra centenaria, pienamente consapevole che la longevità è un dono di Dio.

Prezioso patrimonio di tradizione, di valori culturali, di fede e di affidamento incondizionato alla Mamma Celeste che rappresentano per tutti noi un modello di vita da seguire.

«Volevamo organizzare una festa per i tuoi 104 anni, ma tu Margherita hai scelto diversamente e allora nel silenzio e nella sobrietà, gli ospiti, il personale e la Direzione della Residenza S. Andrea ti augurano Buon Compleanno!»

Casa Sant’Andrea