Un canellese “papabile” nella nuova Giunta regionale di Cirio

Un canellese “papabile” nella nuova Giunta regionale di Cirio

Otto posti andranno alla Lega, vero motore della vittoria del centrodestra; soltanto due a Forza Italia. Questo negli accordi pre-elettorali l’assetto che l’albese Alberto Cirio si appresterebbe a dare alla nuova Giunta regionale del Piemonte.

Mentre sono ancora da scrutinare le schede, ma gli exit poll hanno già pronosticato un ampio margine di sicurezza per la coalizione di centrodestra, è in partenza il toto-nomine. Vedremo se qualcuno della nostra zona, oltre al presidente, sarà chiamato a responsabilità di Governo. Un profilo gettonato è quello del canellese Marco Gabusi, sindaco di questo Comune ai confini con il Cuneese e presidente della Provincia di Asti. Cirio sarebbe determinato ad averlo tra i suoi stretti collaboratori anche come tecnico, nel caso in cui non risultasse eletto (era in lizza per Palazzo Lascaris nel proporzionale).

La Lega dovrebbe tenere per sé anche l’importante poltrona del parlamentino regionale: per questa si vocifera dell’ex parlamentare Stefano Allasia.

Alla Sanità, l’assessorato più ricco siccome è egemone negli stanziamenti di bilancio, potrebbe venire indicato il vercellese Alessandro Stecco medico neurologo.

Gli altri posti, le briciole della Giunta se li disputeranno Fratelli d’Italia, Udc e le liste Piemonte del cuore e Sì Tav: in base ai risultati che ciascuna otterrà dallo spoglio dei voti.

Ti potrebbero interessare anche: