LANGA DEL BAROLOLANGHEVerdunoSanità
In primo piano

Un anno fa il trasferimento delle attività ospedaliere nel nuovo Ospedale “Michele e Pietro Ferrero” a Verduno

Un anno fa veniva completato il trasferimento delle attività ospedaliere dei Presidi “San Lazzaro” di Alba e “Santo Spirito” di Bra verso l’Ospedale “Michele e Pietro Fererro” a Verduno.

Nell’intervallo tra le due fasi della pandemia Covid-19, grazie al lavoro, alla passione ed all’abnegazione di migliaia di professionisti si è riusciti a portare a termine un progetto partito diversi anni fa, fortemente voluto da tutta la comunità di Langhe e Roero.
Da quel giorno, tra le numerose difficoltà dovute all’avvio di un’opera così complessa – dalla storia travagliata – e, nonostante le due successive “ondate” della pandemia, sono stati portati a termine:

677 parti;
3066 interventi chirurgici;
6329 ricoveri in area medica;
291 angioplastiche coronariche;
27708 accessi al Pronto Soccorso;
15274 esami radiologici;
98525 prestazioni ambulatoriali specialistiche.

Un doveroso ringraziamento spetta a tutti gli operatori e a tutti i volontari che sono stati parte integrante di questo progetto e alla Fondazione Ospedale Alba-Bra Onlus che è sempre stata al fianco dell’ASL CN2, con la promessa che porteremo avanti con entusiasmo i progetti già avviati, così come quelli che stiamo per intraprendere, affinchè il nuovo Ospedale diventi centro di eccellenza per tutti i cittadini.

Verduno, 19 luglio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button