ALBABRALANGHEROEROAttualità

Ultime ore di shopping fino alle 21 della vigilia poi sarà lockdown di Natale

Mancano ormai poche ore al  lockdown di Natale. Il 22 e il 23 dicembre ci si può spostare da una Regione all’altra solo per lavoro, necessità o urgenza e per far ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione. Tra i motivi di necessità rientrano anche gli spostamenti dei genitori separati, che possono andare a trovare i figli anche in un’altra Regione o all’estero, così come l’assistenza ai genitori non autosufficienti.

Quanto ai coniugi o ai partner che vivono separati per motivi di lavoro sarà invece possibile incontrarsi. Chi vuole raggiungere una seconda casa potrà farlo ma solo se questa è all’interno della propria Regione. Il governo ha anche chiarito nelle ultime Faq pubblicate ieri che nel caso in cui la seconda abitazione sia condivisa tra più proprietari, potrà andarci un solo nucleo convivente alla volta.

Non si può uscire dalla propria Regione e dalle province autonome di Trento e Bolzano, ma è consentito muoversi entro i confini regionali tra Comuni e province. Si può fare colazione al bar o pranzare nei ristoranti: entrambi gli esercizi commerciali chiudono alle 18. Oltre questo orario è possibile solo l’asporto o la consegna a domicilio. Via libera a oltranza all’ultimo shopping di Natale fino alle 21: i negozi restano aperti tutto il giorno con orario continuato e allungato proprio per consentire gli acquisti last minute. Alle 22 massimo tutti a casa perchè scatta il coprifuoco.

Dalle 22 alle 5 del mattino stop alla libertà di movimento anche all’interno della propria città, se non per ragioni di lavoro, salute, necessità. Non è consentito andare a trovare i genitori che sono in buona salute e vivono in un’altra Regione, così come non sono consentiti “spostamenti per turismo extraregionali”.

L’Italia alternerà giorni rossi come quelli del 24, 25, 26, 27, 31 dicembre e del primo, 3, 5 e 6 gennaio e giorni arancioni come il 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio: le misure di contenimento anti Covid verranno ulteriormente rafforzate. Dunque sia per le feste vere e proprie in famiglia che per i giorni feriali scatterà un nuovo calendario di limitazioni che dovrebbe cadere dopo l’Epifania.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button