ALBAAttualità

Tutto pronto ad Alba per la sesta edizione del Forum mondiale dell’enoturismo in Piemonte

Dal 19 al 21 settembre l’evento internazionale porterà nelle colline di Langhe, Monferrato e Roero esperti mondiali di tutto il settore. Pronte anche le iniziative collaterali delle ATL e delle Enoteche regionali

È tutto pronto in Piemonte per accogliere la 6a Conferenza dell’UNWTO sul Turismo del Vino, il grande appuntamento internazionale che dal 19 al 21 settembre vedrà confrontarsi ad Alba, immersi nei paesaggi vitivinicoli di Langhe, Monferrato e Roero, i maggiori esperti mondiali del settore.

Questa mattina l’evento è stato presentato in anteprima ad Alba alla presenza del Ministro del Turismo, accompagnato dal Presidente della Regione Piemonte e dal Sindaco di Alba. Presenti anche in videocollegamento il Direttore Europa UNWTO (l’agenzia dell’Onu che si occupa di turismo) e l’Amministratore delegato di ENIT. All’incontro moderato dal Direttore de Il Gusto hanno preso parte anche gli Assessori al Turismo della Regione Piemonte e della Città di Alba e il Presidente dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero.

La Conferenza, promossa dall’Organizzazione Mondiale del Turismo e sviluppata con il Ministero del Turismo, l’ENIT – Ente Nazionale del Turismo e la Regione Piemonte col supporto di VisitPiemonte ed Ente Turismo Langhe, Monferrato e Roero, prevede, oltre ad un fitto programma di incontri, relazioni e dibattiti, anche workshop e seminari sul territorio presso alcune delle più significative realtà vitivinicole.

Per l’occasione, inoltre, 12 giornalisti internazionali di prestigiose testate provenienti da Benelux, Austria, Regno Unito, Francia e Scandinavia parteciperanno a un press tour sul territorio che toccherà Asti e la Douja d’Or, Pollenzo con l’Albergo dell’Agenzia, Neive, il Roero, il Castello di Grinzane Cavour e i vigneti di Langhe, Monferrato e Roero.

Ma non solo: la Conferenza rappresenta anche un’occasione per la Regione Piemonte di coinvolgere la filiera piemontese dell’enoturismo e dell’enogastronomia, dando visibilità alla costruzione di momenti di racconto delle proprie specificità vitivinicole ed enogastronomiche, oltre che a fiere, rassegne, eventi, degustazioni e incontri che possono essere consultati sull’apposita area del sito di VisitPiemonte. Da segnalare, tra le altre, le iniziative delle Enoteche Regionali, che hanno stilato un calendario di “gemellaggi” con realtà di altre regioni italiane: 9 serate, tra il 16 settembre e il mese di ottobre, dove le Enoteche Acqui “Terme e Vino”, Albugnano, Barbaresco, Casale Monferrato, Colline Alfieri dell’Astigiano, Gattinara e delle Terre del Nebbiolo, Ovada e del Monferrato, Vini della Provincia di Torino, Nizza Monferrato incontreranno realtà provenienti da Puglia, Lombardia, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto, Sicilia e Toscana.

Il vino in Piemonte è cultura popolare profonda e diffusa, è paesaggio, eventi, esperienza, letteratura, arte, economia. Ogni anno le colline del vino e del gusto del Piemonte sono visitate da 700.000 turisti da ogni parte del mondo per un totale 1,6 milioni di pernottamenti. Un successo che vede protagoniste 18.000 aziende agricole, 14 Enoteche Regionali e 33 Botteghe del Vino, i 4.300 produttori e le loro associazioni, 280 imprese industriali e 54 cantine cooperative, i consorzi del vino, le piattaforme di prenotazione, gli animatori del turismo enologico, i 24 mila ristoratori tra cui 45 chef stellati, le 7 Agenzie Turistiche Locali e le 7 Strade del Vino.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button