More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Tutto esaurito per il treno storico da Torino a Ormea di domenica 19 maggio 2024

    spot_imgspot_img
    Sono andati esauriti in poco tempo i biglietti per il treno storico turistico programmato domenica 19  maggio 2024, quando la Ferrovia del Tanaro tornerà protagonista in una giornata alla scoperta dei meravigliosi Borghi dell’ alta valle.
    Un viaggio nelle tradizioni a bordo del treno con locomotiva a vapore, carrozze centoporte e bagagliaio, che inizierà la sua corsa a Torino per giungere a Ormea (CN), ultima stazione della tratta ferroviaria in Alto Tanaro, dopo diverse soste lungo il percorso.
    Il programma prevede la partenza alle ore 8.00 di domenica 19 maggio da Torino Porta Nuova, con fermate intermedie a Torino Lingotto, Mondovì e Ceva. In quest’ultima stazione avverrà lo scambio dei locomotori con relativo aggancio della locomotiva a vapore, per proseguire il viaggio ed entrare nel vivo alla scoperta dell’ Alto Tanaro.
    Immerso nel suggestivo panorama naturale della valle, ricco di boschi e biodiversità, il treno farà una prima fermata, durante il viaggio di andata, a Nucetto (arrivo previsto ore 10.36) dove i viaggiatori potranno sostare per poco più di un’ora e assistere a un momento dedicato al cibo e al gusto.
    Lo chef Paolo Pavarino, vera e propria istituzione nel settore dell’enogastronomia del territorio, racconterà e proporrà, attraverso uno show cooking, il prodotto tipico per eccellenza del paese, il cece.
    E’ prevista anche una visita al Museo Ferroviario e al Museo Storico di Nucetto e dell’Alta Val Tanaro
    Ripartenza da Nucetto alle ore 11.51 con arrivo a Ormea alle 12.35, dove la sosta sarà più lunga e il ritorno programmato nel pomeriggio.
    Qui i viaggiatori potranno ammirare la bellezza del centro storico cittadino, passeggiando nei caratteristici  ‘trevi’ (vicoli) e pranzando negli esercizi e ristoranti convenzionati.
    Tra le iniziative proposte a Ormea ci sarà l’intrattenimento musicale dei “Rosamunda Folkfest” presso la stazione ferroviaria e lungo le vie del centro.
    Sarà inoltre possibile visitare liberamente  la mostra diffusa, “Non di solo pane, non di sole rose”, il cui tema è incentrato sul ruolo delle donne dal 1946 ai giorni nostri. Le opere, realizzate da Le Ragazze di Ormea, sono esposte presso la stazione ferroviaria, la Casa delle Meridiane e la Sala Colombo.
    Nel centro storico si svolgerà la mostra mercato “Primavera in fiore”: erbe e fiori di maggio con piccoli assaggi di cibi tipici.
    Per tutto il pomeriggio resterà aperto alle visite, con ingresso libero, il Museo Etnografico “La Casa”, piccolo gioiello della tradizione rurale, che propone  la ricostruzione fedele di un’antica casa nella sua quotidianità.
    Per coloro che desiderano conoscere più a fondo la storia e le tradizioni della cittadina, alle ore 14:00 è previsto un tour guidato e gratuito del centro storico, accompagnati da una guida turistica abilitata.
    Poco prima della ripartenza da Ormea, alle ore 15:00 nel Salone della Croce Bianca (area stazione ferroviaria), si svolgerà la presentazione del libro “Cold Case al Grand Hotel” di Bruno Vallepiano, scritto per D’Acqua e di Ferro, già trama dello svolgimento dell’Escape Train del 5 novembre 2023.
    La partenza sarà alle ore 16.00 dalla stazione di Ormea e, durante il viaggio di ritorno, il treno storico farà tappa a Bagnasco (arrivo 16:52) dove ad attendere i passeggeri ci saranno gli spadonari del “Bal do Sabre”. Presso l’area manifestazioni del paese, sarà possibile assistere all’esibizione della celebre danza armata, prima della ripartenza programmata per le 18.07.
    Il ritorno a Ceva è previsto alle ore 18.45, con proseguimento per Torino Porta Nuova dove il treno terminerà la sua corsa alle 21.05.
    L’iniziativa è compresa tra le attività immateriali del progetto Borghi e Castelli lungo la Ferrovia del Tanaro: recupero infrastrutture, rigenerazione culturale e sociale tra storia e paesaggio – PNRR  Missione 1, Component 3 – Cultura 4.0 (M1C3) Mis.2, Inv. 2.1, finanziato dall’ Unione Europea e promosso dal Ministero della Cultura nell’ambito dell’attrattività dei borghi storici.
    Le corse del Treno Turistico, già organizzate negli anni precedenti, fanno parte di un progetto locale che comprende azioni di rigenerazione culturale e sociale entro le quali confluiscono le attività di animazione e accoglienza delle associazioni turistiche e culturali dei tre comuni (Ormea, Bagnasco e Nucetto).
    Cultura, storia e tradizioni sono il filo conduttore delle iniziative proposte e declinate sotto svariate forme artistiche quali spettacoli, mostre tematiche, rassegne, convegni e approfondimenti. Ma non solo, in diverse occasioni, il territorio ha offerto ai viaggiatori e ai visitatori giornate dedicate all’escursionismo e all’outdoor, elementi che rappresentano bene l’essenza del turismo lento nel territorio valtanarino.
    Per maggiori informazioni:  dacquaediferro@gmail.com – + 39 389 2559948
    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    2 Commenti

    1. Mi commuovo a veder questo treno, il mio Papà Macchinista di 1 PRIMA guidava questi
      bellissimi treni….. quando arrivava alla stazione di Torino, io ero piccola…scendeva…era tutto nero in viso….per il carbone che Lui e il suo fuochista hanno messo a briciare…per farlo correre….bei ricordi.. CIAO PAPA’ CARLO era il suo nome…chissà se qualcuno ha delle foto ancora…grazie!

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio