Truffe del falso avvocato: sgominata banda che ha colpito anche in Granda

65
Quasi tutti ultra-ottantenni. I malcapitati finiti nel mirino di questi delinquenti

La Polizia di Stato della Questura di Gorizia ha comunicato di aver sgominato la banda del cosiddetto “finto avvocato”, accusata di numerose truffe nel centro e nord Italia. Sono 32 le persone indagate rispetto a 25 episodi criminosi denunciati nelle province di Gorizia, Udine, Pordenone, Trieste, Venezia, Vicenza, Modena, Bergamo, Padova, Lecco, Livorno, Imperia, Genova, Asti e Cuneo.

I “colpi” seguivano tutti lo stesso modus operandi: una telefonata annunciava, a interlocutori anziani, quasi tutti ultra-ottuagenari, che un parente era rimasto vittima di un grave incidente o di una disavventura legale, e rischiava pesanti ripercussioni personali a meno che non si pagasse in fretta l’avvocato. Seguiva la richiesta della somma (ma a volte i malviventi si “accontentavano” anche di gioielli) da consegnare all’incaricato del sedicente legale, pronto a presentarsi a domicilio nel giro di pochi minuti.