Truffatrice 43enne arrestata a Sommariva Bosco

181

I carabinieri del Comando Stazione di Sommariva del Bosco hanno tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Asti, una quarantenne, disoccupata, di origine torinese ma domiciliata nel Roero, con precedenti di polizia.
La donna era stata a suo tempo deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Asti per furto, indebito utilizzo di carta di credito e violenza sessuale – reati commessi ai danni di un anziano.
La vicenda, riscostruita dai carabinieri, aveva visto protagonista la pregiudicata quarantenne T. M., la quale, chiesto ed ottenuto un passaggio in auto dall’anziano, aveva effettuato approcci a sfondo sessuale, con il chiaro intento di sottrargli la carta di credito in un momento di distrazione. Impossessatasi della carta e del relativo pin, si era immediatamente portata presso uno sportello automatico ed aveva effettuato diversi prelievi di denaro.
Nei giorni successivi, la medesima donna, si era resa responsabile anche di furto aggravato in Bra, avendo asportato un portafoglio dall’interno di un’autovettura parcheggiata in una via centrale di Bra. Anche in quel caso, dopo accurate indagini, era stata identificata e denunciata dai carabinieri di Bra.
Al termine delle indagini, il Tribunale di Asti-Ufficio G.I.P. disponeva la sospensione della misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria per altro procedimento e la successiva applicazione dell’arresto come misura cautelare.
Ora dovrà rispondere di violenza sessuale, furto con destrezza, indebito utilizzo di carta di credito e furto aggravato.