Truffa ai danni del servizio Sanitario, arresti nel gruppo Sereni Orizzonti

Nella mattina di giovedì la Guardia di Finanza di Udine, ha avviato una serie di arresti, perquisizioni e sequestri nei confronti di responsabili e sedi del gruppo Orizzonti Sereni. Il gruppo ha sedi  in Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Sicilia ma stava avviando anche la costruzione della nuova casa di riposo di Samarate.

L’ipotesi di reato contestata è truffa aggravata ai danni del Servizio Sanitario.

Agli arresti anche il presidente, Massimo Blasoni, condotto in carcere a Udine, e altri tre dirigenti del gruppo; per altri quattro sono stati disposti gli arresti domiciliari; per uno è scattato l’obbligo di dimora.
Secondo l’accusa, la società ha percepito illecitamente contributi pubblici per oltre 10 milioni di euro, presentando alle Asl rendicontazioni non veritiere in ordine agli standard quantitativi e qualitativi dei servizi assicurati nelle proprie strutture: per massimizzare il profitto, sarebbe stato compresso al massimo il costo del personale di servizio impiegato ed erogate prestazioni diverse per quantità̀ e qualità̀ rispetto agli standard previsti nei contratti, determinando una minore assistenza ad anziani e minori, anche a rischio – dicono gli inquirenti – di pregiudicarne il benessere e la salute.

Delle 35 strutture piemontesi gestite dalla Sereni Orizzonti cinque si trovano in provincia di Cuneo. Si tratta della residenza ‘Montepulciano’ a Bra, della residenza ‘Don Comino’ a Lequio Tanaro, della RSA ‘Maero’ a Manta, della RSA ‘Sacra Famiglia’ di Dogliani e della SRP 2 ‘San Giuseppe’ di Rocchetta Belbo. Tra i lavoratori delle strutture cuneesi, così come tra quelli di tutto il nord Italia, serpeggia sgomento e preoccupazione.

SANTA VITTORIA D'ALBA – Il Ristorante Le Betulle organizza sabato 16 novembre una serata dove la protagonista in tavola sarà  “la bagna cauda“. L’autu...
SANTA VITTORIA D'ALBA – Il Ristorante Le Betulle organizza sabato 16 novembre una serata dove la protagonista in tavola sarà  “la bagna cauda“. L’autu...