Trovato morto uno degli accusati del delitto Ghibaudo a Bra

Mauro Regis, 23 anni, è stato trovato morto nella sua casa di Bra. Il giovane era uno dei due condannati in primo grado al processo con rito abbreviato per l’assassinio di Salvatore Ghibaudo. Quest’ultimo, 37 anni, sarebbe stato freddato da Mario Novi, 26 anni, condannato a 30 e già in carcere per effetto di un’altra sentenza. Novi il 10 giugno del 2016 avrebbe sparato tre colpi di pistola al culmine di una lite in un pioppeto presso strada Falchetto, periferia ovest della città della Zizzola.

Sarà eseguita l’autopsia sul corpo di Regis per il quale il giudice di Asti aveva disposto 19 anni di reclusione. Stava scontando la pena al suo domicilio (ma l’avvocato aveva annunciato ricorso in Appello) con l’obbligo di presentarsi tutti i giorni alla Polizia giudiziaria. Le motivazioni della sentenza pronunciata il 7 gennaio scorso ad Asti, dovrebbero essere depositate a giorni. In dibattimento era emerso che Ghibaudo avrebbe pagato con la vita il rifiuto di fare da «esca» per attirare a Novi un’altra persona verso la quale il pregiudicato vantava a quanto pare un debito di droga. Regis avrebbe accompagnato entrambi in auto nella campagna dove poi è stato consumato il fatto di sangue. Il cadavere fu scoperto solo diversi giorni dopo, da un agricoltore; la pistola che avrebbe fatto fuoco fu ritrovata a mesi di distanza, nascosta sul greto del torrente Stura presso Cervere. Vittima, autore e complice dell’omicidio secondo le indagini condotte dai carabinieri, frequentavano il giro del piccolo spaccio di stupefacenti.

Nuotare in una grande laguna affacciata sulle colline del Roero. E’ l’esperienza che offre la piscina estiva di Montà, che dallo scorso anno si è arri...
Nuotare in una grande laguna affacciata sulle colline del Roero. E’ l’esperienza che offre la piscina estiva di Montà, che dallo scorso anno si è arri...
X