More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Travolse e uccise uomo in avaria in autostrada: se la cava patteggiando

    spot_img

    Non avrà menzione sul casellario giudiziario e non andrà in carcere, ma per accedere al patteggiamento ha versato ai parenti della vittima il corrispettivo del danno. Non è stato reso noto l’importo da parte di un 39enne operaio cortemiliese che non si fermò sull’A21 dopo aver travolto due persone: un 45enne francese e il figlio di 11 anni. L’incidente, dalla ricostruzione del processo, ebbe due fasi.

     

    Al langarolo è stata attribuita responsabilità sulla seconda. Era piena notte tra il 28 e il 29 aprile 2022. Da Piacenza in direzione Torino sull’autostrada viaggiavano quattro minori con i loro genitori. Rientravano a Parigi dopo aver trascorso una vacanza in Italia. Improvvisamente in territorio di Lungavilla presso Voghera la loro Citrôen Berlingo va in avaria e si ferma. L’uomo scende per capire cosa fosse accaduto e alle sue spalle sopraggiunge una Mercedes che sfrecciando a 176 km/h, tampona il piccolo monovolume facendolo ribaltare sull’asfalto. Sbalzato fuori dall’abitacolo il bambino, il padre si precipita a soccorrerlo ma arriva un’altra vettura, una Lancia Grand Voyager ai cui comandi si trovava il cortemiliese.

    Li falcia entrambi ancora a velocità extra-codice: 170 km/h. La Lancia, con due persone a bordo, prosegue la corsa. Interrotta solo ore dopo dalla Polizia che la intercettò su una provinciale presso Acqui Terme. Oltre che di omicidio stradale, l’imputato ha quindi dovuto rispondere in Tribunale a Pavia di omissione di soccorso. Rimasero feriti e sotto choc la moglie oggi 45enne del turista transalpino e gli altri tre figli. L’11enne, sempre stando alle risultanze delle indagini, era già spirato per trauma cranico nel primo impatto con la Mercedes condotta da un 35enne residente a Casale Monferrato (Al). Entrambi i guidatori sott’accusa, il monferrino non fuggì, hanno patteggiato la pena dopo avere corrisposto un risarcimento alla parte civile, mamma e fratelli del piccolo scomparso. Il langarolo 1 anno e 8 mesi con il beneficio citato a inizio articolo, più la sospensione della patente per 12 mesi.

    Redazione Corriere
    Redazione Corrierehttps://www.ilcorriere.net
    Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173-28.40.77 oppure scrivendo a: info@ilcorriere.net

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio