dal PiemonteCRONACA

Tragedia del Mottarone freno manomesso per evitare blocco funivia: tre arresti

Svolta all’alba di questa mattina sulle indagini che stanno portando all’accertamento delle cause del disastro della funivia del Mottarone L’analisi dei reperti ha permesso agli inquirenti di accertare che “la cabina precipitata presentava il sistema di emergenza dei freni manomesso”, ha spiegato il procuratore di Verbania, Olimpia Bossi, in merito all’inchiesta sull’incidente della funivia del Mottarone nel quale sono morte 14 persone.
Secondo la Bossi il ‘forchettone’, ovvero il divaricatore che tiene distanti le ganasce dei freni che dovrebbero bloccare il cavo portante in caso di rottura del cavo trainane, non è stato rimosso per “evitare disservizi e blocchi della funivia.

Tre i fermi si tratterebbe del proprietario, direttore e operatore del servizio, Le accuse nei loro confronti sono omicidio colposo plurimo, disastro colposo e rimozione degli strumenti atti a prevenire gli infortuni aggravato dal disastro e lesioni gravissime.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button