Tra le Langhe e le Alpi, i paradisi per l’outdoor presentati a firenze dal comitato Outdoor di Cuneo

Mercoledì 8 maggio, il Comitato per il Turismo Outdoor in Provincia di Cuneo, che vede unite l’ATL del Cuneese, l’Ente Turismo Langhe Monferrato e Roero, la Camera di Commercio di Cuneo e la Fondazione CRC, ha incontrato le redazioni giornalistiche del centro Italia per la presentazione dell'offerta turistica outdoor della Granda.

Il Comitato, nato nel 2013 con l’intento di promuovere congiuntamente l’offerta turistica outdoor del Cuneese attraverso progetti volti a valorizzare l’offerta turistica e l’organizzazione di eventi sportivi, coltiva l’ambizioso progetto di valorizzazione del turismo outdoor innovando anche l’approccio organizzativo e di comunicazione delle manifestazioni legate alle attività sportive all’aria aperta.

Langhe Monferrato e Roero e le aree montane e di pianura del Cuneese vantano un ricco patrimonio paesaggistico-naturalistico, enogastronomico e culturale sul quale si basa l’offerta outdoor dedicata non solo agli sportivi allenati, ma anche alle famiglie ed ai semplici appassionati. Un’occasione unica, quella fiorentina, per presentare dunque le offerte di divertimento, movimento all’aria aperta, emozioni, cultura, arte, paesaggio ed esperienze enogastronomiche che contraddistinguono il nostro territorio.

A presentare l’offerta outdoor delle Langhe, del Monferrato e del Roero, il Presidente dell’Ente Turismo Luigi Barbero: “Nel nostro territorio collinare, tradizione ed innovazione sono state premiate dall’UNESCO con il riconoscimento a Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Chilometri di sentieri tra boschi e vigneti, tartufaie e rocche naturali alla scoperta di scorci mozzafiato, da percorrere a piedi, in bici (MTB o e-bike) o a cavallo; numerose strade asfaltate che collegano i piccoli borghi da esplorare in moto, in bicicletta e, perché no, di corsa.”

“Le Alpi di Cuneo, paradiso per gli amanti dell’outdoor in ambienti incontaminati, con i suoi Parchi, le Riserve naturali, i torrenti che corrono impetuosi dalle vette alla pianura solcando il terreno e accarezzando borgate alpine prima e città d’arte poi, ma ancora ferrate e falesie da arrampicare, percorsi per trekking, cavallo e MTB, colli da vivere in sella alla moto o alla bicicletta – ha dichiarato il Presidente dell’ATL del Cuneese, Mauro Bernardi – rappresentano un’offerta turistica a 360°, da vivere in tutte e quattro le stagioni dell’anno, grazie anche all’organizzazione di eventi sportivi di livello nazionale ed internazionale.” “Tra le offerte per gli amanti dell’outdoor – ha continuato il Consigliere Paolo Bongioanni – da non perdere la Via del Sale, percorribile a piedi, in MTB o e-bike, in moto o su 4×4 (la viabilità per i mezzi a motore è contingentata) dalle montagne di Limone Piemonte al mare della Liguria o della Costa Azzurra, la Roa Marenca con i suoi passaggi sulle antiche strade del commercio del sale, l’Intervalliva, il percorso che unisce il Comune più a sud del Cuneese, Alto, con quello più a nord, Bagnolo Piemonte, con 350 km di strada, 9.500 m di dislivello positivo, 13 colli e più di mille curve, o ancora il Landandé che soddisfa la voglia di pedalate intorno al Santuario Regina Montis Regalis che vanta la cupola ellittica più grande al mondo (kalata.it), il Pianoro della Gardetta accessibile in bici dalle Valli Stura, Grana e Maira, il Mombracco meglio conosciuto come “La montagna di Leonardo” con i suoi percorsi per il trekking e per le pedalate fino al Giro del Monviso che, grazie ai tanti itinerari che attorno ad esso si sviluppano, permette di apprezzare il “Re di Pietra”.”

Il Comitato cura il portale web www.wowoutdoor.it, attraverso il quale il territorio si propone al mondo in modo coordinato e congiunto come meta perfetta per le vacanze all’aria aperta, proponendo i principali eventi sportivi del territorio ed informando i visitatori sulle attività e sulle modalità di fruizione dei servizi per lo sport (ad esempio i noleggiatori di MTB ed e-bike).

Beppe Artuffo, Presidente del Comitato per il Turismo Outdoor in Provincia di Cuneo ha così concluso: “Il turismo outdoor completa pienamente l’offerta turistica della nostra area, destagionalizzando le iniziative principali dei singoli territori, montano e collinare, rappresentando quindi un collante utile per uno sviluppo turistico a 360°. Importante è il coordinamento di eventi sportivi di rilievo nazionale ed internazionale. In particolare, poi, il Comitato continuerà il proprio impegno a sostegno delle attività di educational per far sì che operatori e giornalisti possano conoscere direttamente le nostre eccellenze”.

Al termine della presentazione stampa, i giornalisti ospiti sono stati deliziati con una degustazione di prodotti e vini d’eccellenza della provincia di Cuneo coronata dalla preziosa partecipazione dei Consorzi di tutela dei formaggi Bra e Raschera DOP. Presenti, sui piatti dei commensali anche il Crudo di Cuneo Dop, le Nocciole Piemonte Igp, la Mela Rossa Cuneo Igp e il Salame Piemonte Igp omaggiati dagli omonimi Consorzi. I piatti sono stati accompagnati dai pregiati vini forniti dall’Enoteca del Roero. Franco Biraghi, Presidente dei Consorzi di tutela dei formaggi Bra e Raschera DOP, nonché Presidente della sezione Alimentare di Confindustria Cuneo ha dichiarato: “Abbiamo stipulato un patto di amicizia tra i Consorzi di tutela delle eccellenze della provincia Cuneo, lanciando il progetto Cuneo in Tavola. Il nostro impegno comune va nella direzione di presentare al mercato internazionale, in modo unito e coeso, la preziosa enogastronomia cuneese.”

La cena è stata sapientemente preparata e presentata dallo staff di chef cuneesi composto da Andrea Bertolino, Mario Berutti, Sabrina Musso e Roberto Ponzo.

X