Targa System: il Comune ci ripensa e annulla l’ordine

215
Contrordine. La Municipale sommarivese non sarà dotata di apparecchio Targa System

Contrordine: i vigili urbani di Sommariva del Bosco non saranno dotati di Targa System perché la Giunta comunale ha scoperto che questa «apparecchiatura non rileva la velocità dei veicoli, risultando in tal modo inidonea agli scopi di prevenzione che l’Amministrazione si prefigge». E’ la motivazione scritta nella delibera che il sindaco Matteo Pessione e i suoi collaboratori hanno approvato per annullare l’atto precedente riferito sul “Corriere” del 12 marzo scorso.

La delibera prosegue con la richiesta di «scioglimento del contratto di cui alla determinazione n. 4 2018».Questo «per sopravvenuti motivi d’interesse pubblico afferenti alla necessità di provvedere a differente allocazione di risorse da parte dell’Amministrazione, connesse agli obiettivi programmatici assunti». Per cui si demanda «ai responsabili dei Servizi l’adozione degli opportuni provvedimenti»: disdire l’ordine alla ditta “G. A. Europa Azzaroni” di Bologna e l’impegno di spesa per quello che avrebbe dovuto essere un primo periodo di affitto dell’apparecchio con successivo eventuale riscatto.

La delibera non esplicita quali siano gli «scopi di prevenzione» ai quali il Targa System non si presta. Ricordiamo che si tratta di un apparecchio elettronico portatile in grado di «leggere» le targhe evidenziando in tempo reale all’operatore se si tratta di veicoli non assicurati, non in regola con la revisione periodica, oggetto di furto o gravati da altre pregiudiziali per cui la loro circolazione risulti vietata e pericolosa.