Dall'AstigianoAttualità

Svelata la “PanCapriglio” la Big Bench della Terra dei Santi

E’ stata inaugurata ieri, sabato 26 giugno, la PanCapriglio, panchina gigante iscritta al circuito delle Big Bench con il certificato n. 144.

Installata in frazione Serra scegliendo il punto molto panoramico del “Bric d’la Veja” (Bricco della Vecchia) su un terreno messo a disposizione da Maria Occhiena, la Big Bench  gialla e verde porta i colori del  Comune di Capriglio, piccolo paese della provincia di Asti con meno di 300 abitanti.

Proprio un nutrito gruppo di giovani consiglieri comunali del piccolo paese sono stati fra gli entusiasti promotori della sua realizzazione, sia per quanto riguarda l’idea sia per quanto riguarda la sua costruzione.

Luca Candelo, Antonello Scaglia, Paolo Novara, Fulvio Peira con la collaborazione di Andrea Trevisan, Cristina Inserillo, Giovanni Novara, Giancarlo Ortolano e Francesco Peira sono i volontari che una targa apposta sulla grande spalliera gialla ricorda come “motori” dell’iniziativa.

La PanCapriglio ieri è stata svelata alla presenza del sindaco Tiziana Gaeta dopo la benedizione impartita da Don Domenico Valsania, parroco del paese. Un atto che richiama fortemente l’attrattiva della nuova big bench, situata nella Terra dei Santi, nel Comune che ha dato i natali a Mamma Margherita e si affaccia sul Santuario del Colle don Bosco con fuga prospettica su Superga e l’incanto dell’arco alpino sullo sfondo, dal Monte Rosa al Monviso.

«La panchina gigante è un’idea che ha trovato subito l’appoggio dell’amministrazione comunale– ha detto il sindaco – che ringrazia sia la famiglia Occhiena-Novara che ha messo a disposizione il terreno, sia tutte le persone che, con contributi di vario genere, l’hanno resa possibile. Un progetto che speriamo possa attirare molti visitatori in questo angolo di paradiso verde e che dimostra come l’unicità dei nostri panorami e della nostra qualità ambientale possano essere apprezzati nella loro interezza anche da chi viene da lontano».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button