Successo di pubblico nel weekend e treni presi d’assalto

Le due medaglie di un appuntamento di successo. Cheese a Bra sta andando alla grande ma questo comporta problemi non (sufficientemente) previsti per i collegamenti da Torino. Trenitalia aveva previsto dieci collegamenti speciali, che tuttavia non sono bastati. Questa mattina diversi passeggeri sono rimasti a terra perchè i treni erano pieni.

In particolare chi doveva salire al Lingotto ha trovato i convogli già colmi e anche chi aveva già il biglietto pagato ha dovuto rinunciare. Trenitalia ha aggiunto un ulteriore treno speciale ma ha ammesso che l’attenzione si era concentrata soprattutto sul ritorno di questa sera e che si aspettavano una presenza per l’andata più diluita nel corso della mattinata.

La Città di Bra e Slow Food, organizzatori di Cheese, esprimono il loro dispiacere e la loro amarezza per le difficoltà incontrate dai visitatori della manifestazione che nelle ore centrali di oggi hanno raggiunto (o cercato di raggiungere) Bra con il treno. «Siamo dispiaciuti di quanto sta succedendo con il trasporto ferroviario e siamo solidali con gli utenti che hanno subito dei disagi», affermano gli organizzatori.

«Abbiamo cercato di favorire l’arrivo a Cheese mediante il treno contribuendo a sostenere un trasporto più sostenibile. Per questo abbiamo sollecitato l’ampliamento del servizio giornaliero dei vettori. Purtroppo non è stato sufficiente visti i grandi numeri di questa domenica. Speriamo che l’esperienza di questa edizione rimanga nella memoria per organizzare al meglio il trasporto su rotaie per Cheese 2019».

X