Global strike for future: studenti in piazza per il pianeta

519

Al motto “Non esiste un pianeta B”, studenti, scuole, istituzioni, associazioni e sindacati albesi hanno preso parte alla marcia “Global strike for future”, aderendo alla manifestazione mondiale tesa a sensibilizzare le coscienze sul futuro ambientale del pianeta e a sollecitare i governi a prendere provvedimenti in fretta. Anche ad Alba c’è stata una risposta massiccia all’appello lanciato da Greta Thunberg, ragazzina svedese di 15 anni che ogni venerdì sciopera davanti al Parlamento saltando la scuola.

Il corteo è partito da piazza Ferrero e, percorrendo via Maestra, ha raggiunto piazza Duomo. Qui è stato allestito un palco dove si sono alternati interventi di sensibilizzazione al tema della giornata. Difficile stimare il numero delle adesioni, di sicuro si è andati oltre alle mille presenze che gli organizzatori avevano annunciato al momento della presentazione della manifestazione.

Se il cuore caldo di piazza Duomo ha lanciato un urlo di allarme: «Non vale più il motto: dobbiamo pulire il prato per chi verrà dopo di noi. Oggi dobbiamo pulire il prato per noi stessi, perché se no sarà troppo tardi», c’è comunque da registrare anche una consistente frangia di ragazzi che hanno approfittato dell’appuntamento per marinare la scuola. Mentre ai piedi del Municipio si manifestava, i bar di piazza Ferrero erano pieni di ragazzi che facevano comodamente colazione, incuranti del futuro del proprio pianeta.

Foto e testo di Vincenzo Nicolello e Lara Astegiano

Questo slideshow richiede JavaScript.