More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Sparò per sbaglio a un cacciatore: ora è accusato di omicidio colposo

    spot_imgspot_img

    BALDISSERO D’ALBA – Doveva ancora compiere 33 anni, si era sposato solo 5 mesi prima e la moglie aspettava una bambina che lui non ha potuto conoscere, perché Luca Osella, elettricista residente a Carmagnola (To) è morto una mattina di fine inverno nei boschi di località Baroli, territorio comunale di Baldissero d’Alba. Accadde intorno alle ore 8 di sabato 12 febbraio 2022.

     

    Inutili i soccorsi, fatale il colpo che raggiunse la vittima al petto. A esploderlo era stato un altro cacciatore per il quale la settimana scorsa si è aperto il processo ad Asti. Imputato di omicidio colposo è C. I., 58 anni, di Savigliano. Anche lui era impegnato a una battuta al capriolo. Fece fuoco con il fucile quando, la luce del giorno ancora tenue, gli parve di scorgere un animale tra gli alberi diverse decine di metri più avanti. Non si accorse che sulla linea di tiro del fucile c’era il giovane appassionato collega. In Tribunale la perizia del Ris ha confermato quanto già ipotizzato dai carabinieri di Sommariva Perno su questa dinamica del fatto. Per C. I. l’udienza è stata rinviata al 14 ottobre. L’assicurazione Unipol Sai sta trattando un risarcimento economico con i familiari dello scomparso. Questo potrebbe aprire la via alternativa al dibattimento di un rito abbreviato, che in caso di condanna concede uno sconto di pena, oltre che del patteggiamento.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio