LettereRUBRICHE

SOMMARIVA DEL BOSCO – L’ex sindaco interviene su vittorie e guai di un paese «che pare essere addormentato»

Voglio esprimere la mia soddisfazione per la realizzazione della rotatoria verso Bra (fa sempre piacere vedere che i progetti a cui si è lavorato, tra cui anche la vasca dell’acquedotto, vengono realizzati). Finalmente si è chiuso anche l’ultimo atto della circonvallazione di Sommariva Bosco. Una circonvallazione che i sommarivesi, e non solo, hanno atteso per decenni e che siamo riusciti a realizzare intorno agli 2009/2010.

Il  progetto preliminare della rotatoria appena conclusa risale al 2012/13 e prevedeva un costo di circa 500 mila euro finanziati con i risparmi della circonvallazione (circa 5 milioni dei 19,5 totali). I 19,5 milioni stanziati per Sommariva avrebbero dovuto essere utilizzati tutti per migliorare la viabilità esterna del nostro paese ma allora, nonostante gli strenui tentativi, la Provincia, dove noi forse eravamo troppo deboli, decise di utilizzare altrove gran parte dei denari risparmiati.

Ciò detto, ora che c’è la nuova rotonda è opportuno dissuadere gli automobilisti, che non intendono fermarsi a Sommariva, dall’entrare in paese. Diverse strategie possono essere messe in campo ma, innanzitutto, va risolto il nodo del passaggio a livello ferroviario: rischiare di rimanere fermi per 10 minuti non invoglia nessuno a prendere la circonvallazione e anni di lavoro e di speranze di un paese intero rischiano di andare in fumo. Ricordo che in Conferenza dei Servizi, per l’approvazione del progetto originario, fu richiesto alle FF.SS. un passaggio a livello veloce, che in effetti fu realizzato e che inizialmente ha funzionato bene. Da qualche tempo non è più così ma, altrove, passaggi a livello veloci sono tuttora in funzione.

In ultimo, per tornare da dove sono partito, noto con piacere che la nuova rotatoria a sud, con l’immagine dedicata ad Amél’Amèl, come quella già esistente a nord, con le immagini fiabesche del “paese di fiaba”, richiamano due forti elementi distintivi che hanno caratterizzato e, se ripristinati e “risvegliati” potranno caratterizzare nuovamente Sommariva. Un paese che, a parere di molti, pare essersi “addormentato”.

Andrea Pedussia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com