ROERO OVESTSommariva del BoscoROEROCRONACA

Sommariva del Bosco: conferma, il sorgo ha ucciso le 50 vacche; altre 4 a Bra

Le analisi hanno confermato quanto gli allevatori avevano capito con l’esperienza. Le 50 mucche di razza piemontese, tutte gravide, morte il 6 agosto a Sommariva del Bosco sono state avvelenate mangiando il sorgo, una graminacea che contiene naturalmente una sostanza tossica nella prima fase di crescita, in questo caso molto aumentata in concentrazione a causa della siccità.

Ai bovini è stata fatale “un’intossicazione acuta da acido cianidrico, derivata dall’ingestione della durrina” presente nelle sole piante giovani – in attivo sviluppo – del sorgo”. Questa la diagnosi dopo le indagini e gli interventi condotti dai veterinari dell’Istituto zooprofilattico sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta (Izsplv), Asl Cn2, e da veterinari privati. Le analisi sono state eseguite dall’Izsplv in collaborazione con l’Istituto zooprofilattico sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna.
Il pronto intervento di veterinari dell’Istituto e privati, viene riferito, ha permesso di salvare 25 capi nell’allevamento della famiglia Olivero. E in serata e nella nottata tra l’11 e il 12 agosto, grazie all’uso di un antidoto, anche 6 in uno di Bra e 5 in un altro di Moretta. Negli stessi allevamenti e per la stessa causa, però, sono morti 4 bovini a Bra e 5 a Moretta.
“In tutti i casi – viene specificato – la sostanza tossica era presente in quantità elevata, soprattutto a causa dello stress idrico, dovuto al grave stato di siccità in cui versa il nostro Paese”.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com