ROERO OVESTSommariva del BoscoROERO

Sommariva Bosco: ex casa del fascio: 140mila euro solo per metterla in sicurezza

Il Demanio se n’è liberato regalandola al Comune che ora vi investe suoi contributi Ipotesi farne museo

Serviranno 140mila euro per la manutenzione straordinaria e la messa in sicurezza dell’immobile al civico 72 di via Cavour a Sommariva del Bosco. La stima è di Marco Poetto, l’architetto del quale l’ormai ex Giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo d’intervento. Il palazzotto, già “casa del fascio” nel ventennio mussoliniano, è stato ceduto dal Demanio al Municipio. Purtroppo è malconcio, come hanno più volte segnalato alla stessa Amministrazione civica le associazioni, tra cui l’Avis, che vi hanno sede. L’acquisizione è stata gratis ma il conto per rifare il tetto (già in appalto, servirà la totalità del contributo statale a fondo perduto 2021) sarà solo una parte dell’esborso necessario a riassettarlo. Il resto dipenderà da cosa si vorrà fare di questo stabile di 3 piani fuori terra in posizione centrale in paese. L’Amministrazione u­scente, guidata dopo la malattia del sindaco poi dimessosi dal suo vice, Marco Pedussia, aveva detto di voler mantenere l’uso sociale aggiungendo un Museo del miele, asserito pro­dotto tipico locale. L’iniziativa – da “spalmare” su 7 anni, altri 70mila euro già ipotizzati nel 2022 – sarà forse puntualizzata nel prossimo pro­gram­­ma elettorale. C’è la commissaria L’appuntamento con le urne sarà probabilmente in primavera 2022: la settimana scorsa la Prefettura di Cuneo ha nominato commissario a Sommariva la dottoressa Marinella Rancurello, viceprefetto e già responsabile dell’ufficio Protezione civile. Il suo primo atto in municipio è stata la conferma di tutti i dirigenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button