Sommariva Bosco: Alleanza con Bra e altri tre Comuni per il futuro di piazza Vittorio Veneto

0
58
L’isolato in centro da un anno passato al Municipio, che studia il da farsi

SOMMARIVA DEL BOSCO – Il “cosa farne” di preciso ancora non è chiaro e lo studio è stato delegato a un professionista, ma qualcosa si muove attorno a piazza Vittorio Veneto a Sommariva del Bosco. Nel­l’ambito di Sua, Strategia urbana d’area. L’iniziativa con capofila Bra e compartecipi inoltre Sanfrè, Caramagna Piemonte e Racconigi, mira a ottenere dalla Regione fondi Pnrr per interventi di riqualificazione urbana. Al Comune “Porta del Roero” servirebbero a dare senso a un acquisto fatto un anno fa.

 

Un piccolo isolato di vecchi stabili malconci in centro, quasi davanti al municipio e a fianco dell’ex chiesa dei Battuti bianchi, 145mila euro spesi senza un progetto per mantenere una promessa elettorale. Come riutilizzare l’area e con quali soldi? Si spera in questa “alleanza” presentata nei giorni scorsi, un’aggregazione di En­ti in ottica Piano nazionale di ripresa e resilienza. Quello a cui tutti a­nelano per risolvere i problemi più disparati, chissà se e quanto anche qui potrà contribuire. L’assessore competente, arch. Fabrizio Vanni, avverte «siamo solo all’inizio» di un percorso già intrapreso da Sommariva con l’apertura di quella che l’­Am­ministrazione civica ha chi­amato Officina delle Idee. Un consesso di portatori d’interesse, le associazioni culturali Ripa Nemoris e SS. Benardino e Orsola con Ambiente 21 SdB e alcuni rappresentanti dei giovani. I destinatari di quello che, ci si augura, sarà l’arrivo di un percorso alternativo all’ipotesi già delineata dal sindaco Marco Pedussia: spianare tutto e ricavare parcheggi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui