Dal CuneeseAttualità

Solidarietà, Coldiretti Cuneo: Maxi consegna di 3.000 kg. di prodotti alle famiglie ucraine

Ogni sabato mattina a Cuneo, al centralissimo mercato contadino di Campagna Amica, continua la “spesa sospesa” a sostegno del popolo ucraino

L’iniziativa di solidarietà targata Coldiretti Cuneo, a favore della popolazione ucraina duramente provata dalla guerra, ha consentito di raccogliere sinora 3.000 chili di prodotti agroalimentari di prima necessità 100% Made in Piemonte, dal latte alla farina.

Metà dei prodotti donati è stata raccolta grazie alla “spesa sospesa” di Coldiretti Campagna Amica attivata sabato 5 marzo a Cuneo, ossia grazie alle donazioni dei consumatori che hanno fatto acquisti ai due mercati di Campagna Amica, in piazza della Costituzione e in Lungogesso Corso Giovanni XXIII, 15/bis. Coldiretti Cuneo ha moltiplicato il valore di quest’iniziativa solidale, mettendo a disposizione l’altra metà dei prodotti.

“Siamo di fronte ad una catastrofe sociale e umanitaria senza precedenti e noi non facciamo mancare il nostro sostegno concreto con ciò che di meglio abbiamo da offrire: l’agroalimentare a Km zero. I cuneesi hanno risposto con grande generosità al nostro appello di aiutare le migliaia di profughi ucraini che stanno arrivando nel nostro Paese” commenta il Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo, Roberto Moncalvo.

I pacchi raccolti da Coldiretti Cuneo sono stati consegnati all’Associazione Volontari Protezione Civile ‘Proteggere Insieme’ per la distribuzione ai civili del martoriato Paese.

La campagna di solidarietà Coldiretti non finisce qui: prosegue la “spesa sospesa” al mercato contadino di Campagna Amica a Cuneo, in Lungogesso Corso Giovanni XXIII 15/bis (angolo giardini Fresia), ogni sabato mattina.

“Tutti coloro che andranno a fare la spesa al mercato contadino Campagna Amica in centro città avranno la possibilità di dare il proprio contributo, piccolo ma prezioso, all’acquisto di beni di prima necessità per le famiglie ucraine, sul modello dell’usanza campana del caffè sospeso, quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo e che non ha i mezzi per saldare il conto” spiega Fabiano Porcu, Direttore di Coldiretti Cuneo.

Per maggiori informazioni visitare il sito web https://cuneo.coldiretti.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button