ALBADal Comune
In primo piano

Sindaco Bo, resterà in carica ? L’opposizione torna all’attacco dopo le difficoltà espresse dalla Giunta

Il sindaco: «Parlerò solo al momento opportuno, i giornali fanno ipotesi ma è il loro mestiere»

L’opposizione non ha dimenticato la seduta consigliare del 15 giugno scorso. In quell’occasione il sindaco Carlo Bo, alle prese con le difficoltà espresse dalla maggioranza che non seppe garantire il numero legale, ventilò la possibilità di rimettere la carica. Nel merito delle dichiarazioni del sindaco è tornato Olindo Cervella, titolare di una interrogazione rivolta al primo cittadino a nome di “Impegno per Alba” e della coalizione d’opposizione “U­niti per Alba”. «Ricordiamo molto bene – questa l’interrogazione – che lei ci disse che avrebbe riflettuto su quanto accaduto e che avrebbe rapidamente rese note le sue decisioni in merito alla scarsa coesione espressa dalla sua maggioranza. Sono passati mesi da quel giorno di giugno e il sindaco non ha fatto sapere come intendere risolvere i problemi interni alla coalizione che governa la città. Signor sindaco, cosa pensa dunque di fare?».

L’interrogazione, in realtà, è stata formulata anche per conoscere gli aggiornamenti relativi alla possibilità che Carlo Bo metta in atto un rimpasto di Giunta avente per obiettivo fare chiarezza in materia di coesione e compattezza dell’esecutivo. Anche in considerazione delle dimissioni annunciate dall’assessore Marco Marcarino, titolare di deleghe molto “pesanti” come la Sicurezza, l’Ambiente e il Commercio, che allo stato restano nel regno delle intenzioni: rese pubbliche ma per ora non ufficialmente accettate. E giudicate intempestive dal sindaco stesso essendo state annunciate il 14 settembre scorso giorno di presentazione della Fiera.

Non per nulla, in sede di replica, l’interrogante ha fatto ironicamente cenno all’atteso rimpasto soffermandosi sul «record rappresentato dalla nomina di ben tre vicesindaci in due anni di legislatura». Resta il fatto che tradizione vuole che la politica cittadina non interferisca (troppo) con la Fiera proprio per non creare turbolenze nel corso dell’altissima stagione turistica. E per l’inaugurazione della 92ª è questione di giorni così come per altri appuntamenti come, ad esempio, la presentazione della stagione teatrale.

Vedremo e terremo informati i nostri lettori. Replicando a Olindo Cervella, Carlo Bo ha rivendicato il diritto di «parlare ufficialmente solo quando sarà ora. I giornali – ha sottolineato – raccolgono voci e fanno ipotesi, è il loro mestiere. Lo scorso 15 giugno io mi sono sfogato. Poi ho cominciato a riflettere su quanto abbiamo fatto in questi due anni nonostante la pandemia e per attenuarne le conseguenze. Parlo del terzo ponte, della Casa della salute, della Facoltà di Scienze infermieristiche, del Mudet e dei primi passi che stiamo muovendo con BCC Alba e con i Paolini per la realizzazione del Palazzetto Polifunzionale». Vedremo in streaming se il Consiglio del 15 ottobre porterà novità importanti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button